Belgio, muore una bimba di 12 anni. Il virologo: è un momento emotivamente difficile

martedì 31 Marzo 13:05 - di Redazione
Belgio

E’ salito a 705 il numero dei morti in Belgio in conseguenza del coronavirus. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 98 decessi, tra cui quello di una bambina di 12 anni. Lo hanno riferito le autorità sanitarie di Bruxelles. Si tratta della vittima più giovane in Europa, dopo una 16enne in Francia e un 14enne in Portogallo.

“La morte di una bambina di 12 anni è un momento emotivamente difficile perché riguarda un minore ma colpisce anche la comunità medica e scientifica”, ha commentato nel corso di una conferenza stampa il portavoce delle autorità sanitarie per la lotta al coronavirus, il virologo Emmanuel André. L’esperto ha espresso la partecipazione al dolore della famiglia per quanto accaduto. “Un caso che ci commuove ma un caso raro”, ha tenuto a sottolineare.

In Belgio i casi registrati di contagio sono 12.775, 876 dei quali emersi ieri. Il servizio sanitario nazionale ribadisce sempre che il numero contabilizzato è parziale, perché non comprende quelli ai quali non è stato fatto il tampone. Negli ospedali i ricoverati sono 4.920, 1.021 dei quali in terapia intensiva.

In Belgio il lockdown è scattato il 17 marzo e durerà fino al 5 aprile. La popolazione potrà uscire di casa solo per urgenze, per fare la spesa, andare in farmacia, in banca, alla posta o per fare il pieno. Le attività all’aria aperta saranno consentite ma bisognerà osservare una distanza di un metro e mezzo uno dall’altro. Vietati gli assembramenti come in tutti gli altri paesi d’Europa colpiti dalla pandemia.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *