Apprensione per i leader nordamericani: Trudeau in autoisolamento e Trump potrebbe essere a rischio…

giovedì 12 Marzo 18:51 - di Redazione

Dura la vita dei leader mondiali in tempi di coronavirus. Contatti frequenti e spostamenti continui li espongono al rischio del contagio da coronavirus. C’è apprensione in particolare per i leader nordamericani. Il primo ministro canadese Justin Trudeau e sua moglie Sophie si sono posti in auto isolamento, dopo che la first lady ha sviluppato sintomi influenzali in seguito ad un viaggio a Londra. Sophie Gregoire Trudeau ha immediatamente avvisato il medico ed è stata sottoposta al test per il coronavirus, ha reso noto un comunicato dell’ufficio del primo ministro.

La signora Trudeau è “in auto isolamento a casa in attesa dei risultati del test, ma nel frattempo i suoi sintomi si sono ridotti”, informa il comunicato. “Il medico – si legge ancora – ha consigliato al primo ministro di continuare le proprie attività quotidiane mentre si tiene sotto controllo, dato che non ha sviluppato sintomi”, ma intanto “per precauzione, il leader canadase ha scelto di auto isolarsi e lavorare da casa fino a quando non arriveranno i risultati del test di Sophie”.

Per quanto riguarda Trump, le apprensioni sono nate dopo che un membro di una della delegazione brasiliana con la quale si è incontrato nello scorso week end è risultato positivo al coronavirus.  Il funzionario, Fábio Wajngarten è il capo della comunicazione del presidente Jair Bolsonaro. E ha cenato con il leader Usa insieme ad  altri funzionari.  Trump ha comunque  detto  di “non essere preoccupato” per la sua salute.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *