“Salone di attesa”, uno spettacolo teatrale di Antonio Saccà sul mistero dell’esistenza

venerdì 28 Febbraio 13:51 - di Redazione

Salone di attesa, sta nel volume di Antonio Saccà   Quel che resta del Nulla (Armando Editore), da poco uscito. È stato rappresentato qualche mese passato al teatro Petrolini   e nel Salone del Centro Sociale di via Filippo Meda, 147, sempre a Roma.La terza rappresentazione avverrà domenica prossima  alle ore 17,30 presso il  Salone del centro culturale Gabriella Ferri , Largo Beltramelli, a Roma. Si tratta di un testo oggi attualissimo anche se il tema è   eterno: il rapporto dell’uomo con la malattia e con la morte, dunque il rapporto dell’uomo con la natura e con il  mistero dell’esistenza (Dio, la Materia…). I personaggi stanno in attesa, appunto, di un risposta sulla loro eventuale malattia, stabiliscono conversazioni spesso violente, in certo modo per spostare l’attenzione dalla malattia al diverbio… Vi è   colui che vorrebbe che il mondo finisse con la sua morte,chi pretende che tutti abbiano la volontà   di vivere, vi è  chi si rivolge a Dio si rivolge, chi al Nulla, un personaggio fondamentale, l’infermiere,scandisce i numeri dei pazienti come numeri di condannati, mentre un ultimo personaggi, tra follia e speranza, vuole parlare con Dio, e chiude la rappresentazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica