Roma, allarme tra i residenti di Cerquette Grandi per le antenne di telefonia mobile

venerdì 21 Febbraio 14:30 - di Alberto Mariani

Riceviamo da Alberto Mariani e volentieri pubblichiamo

Caro direttore,

Amaro risveglio per i cittadini del consorzio “Le Cerquette Grandi” che nasce e si sviluppa nel quadrante nord ovest della Capitale. Un’area prevalentemente rurale non molto distante da quella inizialmente individuata e poi scartata nel mese di dicembre per costruire la nuova discarica di Roma. In questo caso però la quiete e l’armonia della campagna è stata turbata dalle ruspe pronte ad installare un ripetitore per telefonia mobile su traliccio, alto 30 metri e a poca distanza dalle abitazioni. La situazione ha subito allarmato i residenti che accorsi numerosi sul posto, hanno bloccato l’apertura del cantiere e chiesto all’Amministrazione capitolina la documentazione che certifichi l’idoneità del sito individuato e dell’apparecchiatura da installare. La preoccupazione è forte, anche perché nello stesso quadrante a poco più di 500 metri è prevista un’altra analoga istallazione. Nell’attesa di ricevere una risposta chiara e univoca dall’Amministrazione, i residenti hanno fatto partire una raccolta firme per il quartiere e rimbalzato la notizia anche sui canali social. Ma non è tutto, la protesta è arrivata immediatamente anche nella Commissione Trasparenza e nella Commissione Ambiente del Municipio XIV. Intervenuti durante i lavori di Commissione, i cittadini hanno richiesto, oltre a tutte le verifiche dei permessi, una concertazione con gli stessi organi amministrativi e politici per individuare punti poco impattanti per realizzare tali istallazioni.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica