Ragazzo cinese sventa una rapina di tre nomadi a Roma: pestato

venerdì 28 febbraio 18:58 - di Redazione

Nei giorni in cui si parla dei cinesi solo in relazione al coronavirus, è passato quasi sotto silenzio il gesto coraggioso di un ragazzo cinese, a Roma. Il 16enne ha sventato una rapina, finendo anche massacrato dai tre rapinatori che avevano appena derubato un 33enne.

I fatti sono avvenuti martedì pomeriggio, al Trullo, popolare quartiere della periferia capitolina. I protagonisti della vicenda: vittime e carnefici, sono tutti stranieri. Sono rom i tre rapinatori, cinese il ragazzino eroe, è peruviano il 33enne rapinato.

Il coraggio del ragazzo cinese

Come riporta il Messaggero, il giovane cinese era in compagnia della mamma, quando ha visto i tre nomadi picchiare il peruviano. Oggetto della rapina? Un monopattino elettrico. “Ma ecco che il ragazzo cinese, incurante dei consigli della madre, si è scagliato contro il gruppo di malviventi. Lui ha preso diversi pugni sul volto ma i tre rapinatori sono fuggiti senza il monopattino”.

Come scrive il quotidiano romano, “si è creato un capannello di curiosi. Il ragazzo era in terra con il naso sanguinante mentre la madre lo accudiva in lacrime. E’ arrivata un’ambulanza ed ha trasportato il ragazzino al San Camillo. I medici hanno medicato il minore per alcune ecchimosi e la sospetta frattura del naso. Del caso si occupa la polizia”. Il Campidoglio ha fatto sapere che è intenzionato ad assegnare un riconoscimento al ragazzo cinese, per il suo coraggioso comportamento.

La comunità cinese a Roma

I cinesi a Roma sono stimati in circa ventimila e sono concentrati perlopiù nel quartiere Esquilino. Quella nella Capitale è la terza comunità cinese in Italia, dopo Milano e Prato.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia 1 marzo 2020

    E i rom? Non verranno puniti?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza