Porro smaschera il duo Conte-Casalino: “Usano il coronavirus per paura che li facciano fuori” (video)

mercoledì 26 febbraio 14:56 - di Angelica Orlandi
coronavirus

Coronavirus, Conte cambia strategia. “Ha  paura che lo facciano fuori”. Nicola Porro sferra l’attacco e smaschera quello che definisce “il circo Conte-Casalino”. Si moltiplicano le apparizioni tv del premier Giuseppe Conte in golfino dalla Protezione civile per l’emergenza sul Coronavirus. Così come le sparate. Si passa dall’esaltazione: “siamo i più bravi a scoprire i casi di contagio”;  fino all’indignazione per i Paesi che chiudono i voli con l’Italia. Passando per le accuse alle Regioni. Dal suo sito ufficiale il giornalista e conduttore di Quarta Repubblica si pone delle domande. Insomma, Conte sembra fuori controllo? O forse no. Perché dietro una nuova strategia architettata col fido Rocco Casalino.

Lo “stratega” Casalino

“Conte ha capito che lo vogliono fare fuori”. Sul suo sito Porro ha pubblicato un video in cui lascia intendere che il presenzialismo televisivo rappresenti una strategia comunicativa ad hoc architettata da Rocco Casalino, suo portavoce. Un cambio di passo mirato. Il tutto in una fase in cui il premier avrebbe subodorato la possibilità che possa esserci un disegno per rimpiazzare il suo governo con uno istituzionale.

“Sfruttano il coronavirus perché hanno paura”

La svolta comunicativa di Conte significa una cosa ben precisa. Nasconde (non tanto efficacemente)  l’opportunismo di “Giuseppi” e del suo  consigliere Casalino. “Governo di approfittatori, non solo di cialtroni”. Dice il giornalista: “Conte che ha capito che lo vogliono fare fuori. E, consigliato “dar mutanda” del Grande Fratello, oggi si accorge che deve comunicare”.

Messaggio promozionale

Come l’uomo della provvidenza. Far vedere che è vicino alla gente nel momento della paura, che vuole essere “trasparente”. Si spiegano così le sfumature “sovraniste”, il maglioncino d’ordinanza. Si tratta di uno spot un messaggio promozionale diverso attorno alla sua figura. Una ricostruzione molto convincente.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza