Liliana Segre abbraccia Valerio, lo studente di destra (video)

martedì 18 Febbraio 19:22 - di Redazione
Valerio con la Segre

Presso l’Università La Sapienza di Roma è stata conferita la laurea Honoris causa alla senatrice Liliana Segre, in occasione dell’inaugurazione dell’anno accademico dell’ateneo. La senatrice a vita ha abbracciato Valerio Cerracchio, lo studente Sapienza scelto per intervenire durante il conferimento della laurea alla senatrice ma attaccato dagli studenti per le sue idee di destra. «Hai il ciuffo come mio nipote, ti posso baciare?». Così la Segre, incontrando con Valerio.

Valerio Cerracchio: “Abbiamo perso il diritto alla speranza”

Mi sento di dire che la generazione dei giovani di oggi è la prima ad aver perso il diritto alla speranza nel futuro: per la prima volta abbiamo la certezza che, passati dal boom economico alla crisi, vivremo peggio dei nostri genitori, a dispetto dell’evoluzione tecnologica che accompagna la nostra società”. Lo ha detto Valerio Cerracchio, studente della facoltà di Ingegneria civile e industriale intervenendo nall’apertura dell’anno accademico ed ha aggiunto: “ritengo fondamentale che l’Universita incentivi gli studenti alla partecipazione e faccia il possibile per dare spazio alle idee e agli stimoli dei giovani di questa comunità”. “Voglio dedicare un pensiero a quegli studenti che si lasciano andare, arrivando ad abbandonare gli studi e talvolta se stessi, compiendo gesti fatali e doloroso, schiacciati dal peso del mondo e dalle aspettative che non sempre riusciamo a soddisfare, che a volte non riusciamo ad affrontare”. Cerracchio ha evidenziato di non essere stato esente da momenti di difficoltà ma di aver tratto beneficio dall’essersi fatto “portavoce dei compagni di questo viaggio universitario entrando in una associazione studentesca”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 19 Febbraio 2020

    Un plauso alla Segre che sicuramente ha capito che i tempi sono veramente cambiati e l’odio ha preso altre strade.
    Onore anche a Valerio Cerracchio per la sua correttezza e per le sue parole.
    Un giovane della moderna destra senza odio ne rancori ma che guarda preoccupato al futuro della sua specie.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica