La cantante Duffy denuncia: “Mi hanno rapita e violentata per giorni” (video)

mercoledì 26 Febbraio 17:55 - di Laura Ferrari

La cantante gallese Duffy ha rilasciato una dichiarazione che ha sconvolto il mondo della musica pop. Con un post su Instagram ha svelato di essere rimasta lontana per molto tempo dal palcoscenico dopo essere stata “violentata, drogata e rapita per alcuni giorni”. L’artista ha aggiunto che lo stupro è avvenuto a Londra.

Duffy è stata una delle cantanti più popolari del 2008, quando vinse il Grammy, il massimo premio della musica pop. Nel 2011 annunciò di voler “prendersi una pausa” dai riflettori pubblici. Ora si spiegano le ragioni. Nel post, si legge tra l’altro. “Ti chiedi perché non ho scelto di usare la mia voce per esprimere il mio dolore? Non volevo mostrare al mondo la tristezza nei miei occhi. Mi sono chiesta, come posso cantare dal cuore che si è rotto?”.

Nel 2008 Duffy fu la cantante più premiata

La cantautrice, nata Aimee Anne Duffy, ha anche vinto tre premi britannici. Ha detto nel post sui social media di martedì che aveva deciso di rompere il silenzio sul trauma dopo aver rilasciato un’intervista a un giornalista la scorsa estate che avrebbe iniziato a “pubblicare l’intervista” nelle settimane a venire. Nel 2013 la cantante si è esibita in un concerto tributo a Edith Piaf a New York. Ha inoltre recitato nel film 2015 “Legend”, collaborando anche alla colonna sonora.

Il precedente inquietante con Joss Stone

Nel 2013 un’altra cantante anglosassone, Joss Stone, rischiò di venire rapita da due balordi. I due uomini volevano derubare e decapitare la cantante, e gettarne il corpo in un fiune, ma furono fermati a pochi metri dalla sua casa nel Devonshire. Per quel tentativo di rapimento sono stati condannati all’ergastolo. 

 

 

 

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica