La cabina della seggiovia precipita: 4 feriti gravi, 2 in pericolo di vita. Erano in gita con la Lindt

venerdì 7 febbraio 16:04 - di Redazione
seggiovia

Quattro persone sono rimaste gravemente ferite ieri sera in seguito alla caduta di una cabina  della seggiovia del Fronalpstock, nella località sciistica svizzera di Stoos (cantone di Svitto). Due di loro, una 33enne e un 40enne, sono in pericolo di vita. Hanno subito gravi ferite anche due uomini di 33 e 38 anni. I feriti si trovavano in gita aziendale insieme ad altri colleghi. La gita era stata organizzata dalla Lindt.

La cabina della seggiovia ha fatto un volo di dieci metri

Stando ai primi accertamenti, prima di precipitare per una decina di metri, la cabina avrebbe urtato un cavo usato da un gatto delle nevi per evitare di scivolare durante la preparazione delle piste. L’incidente si è verificato poco dopo le 22, nella parte superiore del pendio mentre la seggiola stava scendendo. I feriti, trasportati in ospedale con quattro elicotteri, facevano parte di un gruppo di dieci persone che rientrava da una gita aziendale, ha precisato Florian Grossmann, portavoce della polizia. Sitratta di collaboratori del produttore di cioccolato Lindt & Spruengli. “Il nostro pensiero va ai nostri dipendenti e alle loro famiglie”, ha fatto sapere l’azienda con una nota.

Due ore per mettere tutti al sicuro

I soccorsi hanno inoltre prestato aiuto alle altre sei persone della comitiva, illese, che si trovavano sulla seggiola successiva e precedente a quella incidentata. Ci sono volute circa due ore prima che fossero al sicuro. Thomas A. Meyer, presidente del Consiglio di amministrazione degli impianti di risalita, ha parlato di un tremendo disastro e ha rivolto il suo pensiero ai feriti. Meyer non è riuscito a spiegarsi come un simile disastro sia potuto accadere e non è stato in grado di affermare se il conducente del gatto delle nevi fosse a conoscenza della corsa notturna della seggiovia. Eppure questo genere di appuntamenti serali non sono rari a Stoos, ha precisato, aggiungendo che l’autista del veicolo è seguito da un care team. Per chiarire la dinamica dei fatti, le autorità si sono rivolte al Servizio d’inchiesta svizzero sulla Sicurezza (Sisi). La parte superiore dell’impianto Stoos-Fronalpstock resterà chiusa fino a nuovo avviso.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica