I Giuda a Cinquestelle contro Salvini: sono loro le bestie del Senato

giovedì 13 febbraio 6:00 - di Francesco Storace

E meno male che la Bestia sarebbe Luca Morisi, l’uomo web di Matteo Salvini. No, le bestie stanno in Senato. Lo fecero con Berlusconi, ieri con Salvini: vogliono il nemico fuori dal campo se non riescono a sconfiggerlo.

Ma le bestie rosse non sono sole. A far loro compagnia i Giuda. I trenta denari solo le seggiole di governo. I Cinquestelle, per i quali va provata solo vergogna per il loro comportamento pusillanime.

Contro Salvini i grillini sono stati i peggiori

Gente senza onore ha deciso ieri di far processare Matteo Salvini per il caso Gregoretti. Comunisti a parte – che da quando li guida Zingaretti peggiorano vistosamente lungo la linea della vendetta – i grillini sono i peggiori. Li guardavi in faccia mentre vomitavano il loro odio. Salvini – e se ne sarà pentito – gli aveva fatto assaporare il potere col governo gialloverde, loro lo pretendono in ceppi davanti alla magistratura. Con una ipotesi di reato folle: sequestro di persona. 131 persone, per dire, e tutto da solo, senza complici. Diavolo di un uomo.

Poveretti invece proprio i Cinquestelle. Lo meriterebbero loro – e chissà che non verrà quel momento – un bel processo popolare. Guardati a vista dai loro carcerieri. Insultati dalla canea che un tempo aizzavano. La gogna per il nemico: ma dove eravate voi? Non stavate insieme al governo? E adesso ve la svignate come l’avvocato del popolo, che dovrà pensare a difendere se stesso? Se stai con loro – il precedente caso Diciotti lo ha insegnato – ti salvano, se stai contro, per la stessa situazione, vai a processo. Ma non vi fate schifo da soli, macellai del diritto?

Ci si è messo pure il giureconsulto di nuovo conio, la sardina Mattia Santoro, a dire sì al processo. Ma tu che ne sai, fanciullo già troppo montato nella testa? La democrazia in mano a questi diventa un’arma pericolosa. È quello che ha lasciato intendere con poche ma nette parole Giorgia Meloni, che ha voluto assistere alla seduta del Senato di ieri: “Se passa il principio che in Italia un ministro non può fare quello che la gente gli chiede e quello per cui le persone lo hanno votato è finita la democrazia”. Letto, confermato e sottoscritto.

Crescendo social contro i pentastellati

I social sono un crescendo contro i pentastellati. Un tempo padroni del web, ora al massimo vengono trattati come padrini. Perché è una logica mafiosa quella che consegna al giudice l’uomo che non serve più. Non vogliono sparargli alla nuca, ci pensino le toghe a impegnarlo a lungo. Erano al governo con Salvini, appoggiavano le sue scelte e ora fanno finta di nulla e votano si al processo. La fiera dei beati ipocriti: lo spediscono a processo per sequestro di persona Conte (che condivise le sue scelte), i 5 stelle (che sulla Diciotti dissero no) e il presunto garantista Renzi.

Finirà con l’assoluzione o meglio ancora l’archiviazione per Salvini. Ma passerà tempo e in fondo è quello che per ora volevano i sinistri di tutte le risme allocati a Palazzo. Magari sperando ma non tanto nella legge Severino per rendere incandidabile il leader della Lega.

Ma tanto, prima o poi si vota. E le prenderanno di brutto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Costantini 13 febbraio 2020

    Reputo questi comportamenti anomali in quanto contrari al buon senso.
    Come si fa ad approvare una certa situazione e poi ci fronte ad un caso analogo ci si inventa di condannare colui che, a prima vista, non lo si può negare, è ritenuto, come affermano certe forze politiche, Responsabile di avere impedito lo sbarco dei migranti.
    Simili eventi non sono mai successo?
    E come mai solo adesso ci si inventa di processare un ministro?
    Possibile che gli altri componenti del Consiglio dei ministri, in primis, fossero all’oscuro di tutto e l’unico responsabile sia stato Salvini?
    Egregi signori, guardate che questi atteggiamenti lasciano intendere che l’accusa è finalizzata a colpire colui che, con il suo partito, riesce ad ottenere il maggior consenso.
    Sperate che non ci siano conseguenze perché allora sì che qualcuno pagherà per scelte dissennate.

  • maurizio pinna 13 febbraio 2020

    Finchè resteranno in vigore i tribunali del popolo istituiti il 25 aprile 1945 ci sarà sempre un giustizialista giacobino, piccolo a piacere, che si darà da fare per uccidere la politica. Resta comunque un ammaestramento storico di cui il Segretario della Lega dovrebbe sforzarsi di prendere atto.
    I problemi operativi non si risolvono in base alle convinzioni ed ai consensi, ma a seguito di un’accurata analisi che tenga perfettamente conto di tutte le componenti operative, favorevoli e NON. Altrimenti siano fermi al 1854, nella vallata di Balaklava, dove la Brigata leggera comandata dal generale James di Cardigan, caricò al completo una batteria russa schierata sulle colline. Vinsero ma caddero in molti. Il Comandante francese, presente all’azione, ebbe a dire “Magnifico, ma la guerra non si fa così”.
    Prima il Segretario ne prenderà atto, meglio sarà.

  • VINCENZO DI TOLVE 13 febbraio 2020

    PER FORTUNA CHE SI CHIAMANO DEMOCRATICI!
    Non riesco a capire perché Salvini s’é dato la zappa sui piedi: a Milano si chiamerebbero, pirla! Com’è noto che le responsabilità sono del Governo altrimenti cosa sta a fare, o meglio, s’è visto solo polemiche e bizze, e non mi spiego la scelta di Salvini di fare il Martire Politico? Certamente, ora è il momento di vedere se l’Anm-Md è davvero apolitica e indipendente, o si comporterà come sempre da kamikaze con blitz Culi€Camicia coi Semper Fidelis all’Idiota Ideologia Marxista, piaccia o no, non sono per niente indipendenti e per niente s’è visto col “ tintinnio di manette ” e ululare: «Rivoltare l’Italia come un calzino» e se non ci fossero stato i peggiori Capì di Stato come Scalfaro e Ciampi oggi questi Bravi magistrati sarebbero o a spasso o in galera soprattutto se in Italia ci fosse questo Regime acefalo che anche Renzi il Pischello l’ha lasciato fare e Mattarella inspiegabile che sembra una sardina in barile sotto marinata di così di non accorgersene che l’Italia va nel cesso e che, a tirare la cordicella sono PD-M5 per niente Democratici e veramente Cristiani? Cos’ dopo anche all’UE, dopo ciucci e ciucchi, voilà una Damigella Ursula von der Leyen: “ Spingere investimenti nelle startup digitali ” come se questi riempierebbero la pancia ai 513 milioni di aderenti UE, e non abitanti? Infatti, secondo me, ex attivista Craxiano la priorità d’oggi. Primo combattere il Coronavirus. Secondo le infrastrutture e Sistema Idrogeologico e opportuno la messa in sicurezza delle Centrali Nucleari che a un passo dall’Italia? Terzo le tasse troppo alte! https://vincenzoditolve.wordpress.com/2020/02/13/per-fortuna-che-si-chiamano-democratici/

  • Carlo Cervini 13 febbraio 2020

    Appena la Magistratura si renderà conto che sul banco degli imputati non c’è Salvini, ma ci sono i giudici davanti al popolo italiano, archivieranno il tutto.
    Sono ai minimi di sempre come credibilità ed efficienza, non possono permettersi il lusso di un processo che li distruggerebbe per sempre; i loro “amici” sinistri gli hanno tirato un bel pero.

  • Francesco SIGNORE 13 febbraio 2020

    Il miglior commento è Vauro che stappa lo champagne, forse uno spumante di infima qualità, pari alla sua e a quella di chi ha votato per avviare questo inutile e grottesco processo, buono solo per aumentare lo strapotere della magistratura che da dopo tangentopoli tiene sotto schiaffo gli altri poteri costituzionali.

  • eddie.adofol 13 febbraio 2020

    Non bisogna ragionare dicendo quelli lì stanno governando adesso grazie alla mummia del quirinale la mummia doveva mandare il popolo a votare ancor prima del governo giallo/verde e invece essendo una mummia non ci ha capito nulla, ma la mummia quali meriti ha x fare il PdR stava alla consulta x caso era troppo basso lo stipendio mah?? vai a capire la politica- e adesso SALVINI si ritrova come Berlusconi fuori dai giuochi Politici x chissà quanto tempo adesso veramente l’avvocato del popolo potrà durare fino al 2023 – e non date retta ai litigi tra renzi e tutto il pd di Zingaretti è tutta una finta hanno sempre fatto così da una vita x confondere il nemico di DX- Ora caro MATTEO arriverà anche la Carola e poi quell’altra nave spagnola questi finti giudici ti terranno fuori x parecchio tempo- mentre il pd potrà gongolare e ridere a crepapelle x la tua ingenuità, ora cosa dirai ai tuoi figli che hai perso una battaglia ma questi finti giudici hanno in mente di farti perdere la guerra, non hai visto che già si sono creati i partigiani del duemila che sono pronte a far guerra in qualsiasi momento alla DX e tu non ti sei creato o coperto le spalle x qualsiasi evento nei confronti della DX–PRIMA GLI ITALIANI VERACI

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica