Da Torino a Roma immigrati creano il caos: furti, rapine, spaccio e aggressioni agli agenti

venerdì 21 Febbraio 8:21 - di Gianluca Corrente
aggressioni agli agenti

Un’altra pagina di violenza. A Torino e a Roma immigrati creano il panico. Dai furti alle rapine aggravate, dalle aggressioni agli agenti fino allo spaccio di droga. Le prime notizie arrivano dalla stazione Porta Nuova di Torino. Gli agenti della Polfer hanno arrestato due algerini che  devono rispondere all’accusa di furto aggravato in concorso. Un addetto alla sorveglianza di un esercizio commerciale li aveva notati mentre nascondevano alcuni oggetti sotto i vestiti. Poco prima avevano danneggato il sistema di antitaccheggio.

I due danno vita alle aggressioni agli agenti

Dagli accertamenti è emerso che i due avevano alle spalle diversi precedenti per reati contro il patrimonio. Durante le verifiche uno di loro ha dato in escandescenze. Ha iniziato a scalciare e a colpire gli agenti, danneggiando gli arredi dell’ufficio. I due uomini sono stati arrestati per furto aggravato e rispettivamente denunciati per resistenza a pubblico ufficiale e per false attestazioni.

A Roma immigrato arrestato per rapina aggravata

Anche a Roma un immigrato ha creato il caos e si sono verificate aggressioni agli agenti. I poliziotti hanno agito con rapidità. E hanno messo le manette ai polsi di un ventottenne algerino. Lo straniero è accusato di rapina aggravata, lesioni aggravate a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Tutto ha avuto inizio in un negozio

Gli agenti hanno ricevuto una segnalazione e hanno fatto irruzione in un esercizio commerciale. Qui hanno trovato un uomo che dava in escandescenze ed era armato di coccio di bottiglia. Per disarmare l’immigrato del vetro, uno degli agenti ha avuto una ferita alla mano. L’uomo è stato trovato in possesso di cocaina, eroina e marijuana nascosta all’interno dei pantaloni. Alla fine degli accertamenti lo straniero è stato portato presso gli uffici di polizia dove è stato arrestato in attesa della convalida dell’arresto.

Droga a Tor Bella Monaca

A Tor Bella Monaca, i carabinieri hanno arrestato un pusher sorpreso in azione. Si tratta di un 40enne libico, nella Capitale senza fissa dimora e con precedenti. I militari l’hanno sorpreso mentre stava tentando di piazzare 16 dosi di cocaina. Nelle sue tasche, inoltre, i militari hanno scoperto il frutto della sua attività illecita, oltre 100 euro, che sono stati sequestrati.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica