Coronavirus, giallo sul medico cinese eroe che lo scoprì: «è morto». Poi arriva la smentita

giovedì 6 Febbraio 19:30 - di Redazione
CORONAVIRUS

E’ giallo sulla sorte di Li Wenliang, il medico eroe cinese che aveva lanciato per primo l’allarme sul Coronavirus. Alcune ore fa era stata diffusa la notizia che Li Wenliang era morto. Ma poi, è stata poco dopo smentita.

Secondo le notizie diffuse da Global Times ieri, Li Wenliang sarebbe stato ucciso dal Coronavirus.

Li Wenliang era stato accusato dalla polizia locale di diffondere notizie infondate e allarmistiche: era stato il primo a intuire cosa stava accadendo. E aveva lanciato l’allarme sul coronavirus. Ma la polizia lo aveva perseguito. Accusandolo di diffondere notizie pericolose sul morbo.
Oggi il Global Times aveva riferito che Li Wenliang, uno degli otto medici che a Wuhan hanno acceso i riflettori sulla nuova emergenza globale, era deceduto. Ma poi era arrivata la smentita.

Così Li Wenliang lanciò l’allarme sul Coronavirus

Era lo scorso 30 dicembre quando, in un gruppo su WeChat, il Whatsapp cinese, Li Wenliang aveva fatto riferimento a 7 pazienti. A cui era stato diagnosticato un virus simile alla Sars.

Il mondo ancora era all’oscuro ma quelli erano i prodromi dell’infezione da Coronavirus.

Le 7 persone, tutte collegate al mercato di Wuhan, in quel momento erano ricoverate in isolamento.
Il 34enne Li aveva invitato i propri contatti a prestare attenzione. In poche ore, gli screenshot dei suoi messaggi erano diventati virali e il suo nome era salito alla ribalta.

Il medico era stato accusato dalla polizia locale di diffondere notizie infondate e allarmistiche. I fatti, però, hanno rapidamente confermato la sostanziale fondatezza dei messaggi sul Coronavirus.

L’annuncio del medico: ho contratto il Coronavirus

Nei giorni scorsi, poi, Li Wenliang  ha confermato alla Cnn di aver contratto il Coronavirus.
La diagnosi, secondo l’emittente americana, è stata formulata sabato scorso.
Oggi, secondo il Global Times, la notizia del decesso. Poi la successiva smentita.L’ospedale di Wuhan, secondo il quotidiano South China Morning Post, ha smentito il decesso di Li Wenliang.
«Nella lotta contro l’epidemia di polmonite da nuova coronavirus, l’oftalmologo Li Wenliang del nostro ospedale è stato purtroppo contagiato. Attualmente è in condizioni critiche e stiamo facendo del nostro meglio per rianimarlo», scrive l’ospedale nel suo account Weibo ufficiale.Quando numerosi media tra cui Beijing News e Global Times avevano dato oggi la notizia della morte del medico era  seguito un tributo sui social.
Anche l’Organizzazione mondiale della Sanità, nel briefing quotidiano sul Coronavirus, aveva espresso tristezza per il decesso Li Wenliang.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica