Contro Sangiuliano al Tg2 intimidazioni e perfino minacce di morte

domenica 23 febbraio 6:00 - di Francesco Storace

Tagliagole, censori, vampiri, famiglia, cortigiani: sceglietela voi la medaglia da affibbiare a chi ha messo in campo un’ossessionante campagna di insulti contro Gennaro Sangiuliano, giornalista libero.

Il direttore del Tg2 lo hanno messo nel mirino i nemici del pluralismo. In faccia, ma anche nell’ombra, gliene dice quattro un deputato che stava col Pd ma era contagiato da Renzi e ora è schierato con Italia Viva. È Michele Anzaldi, che è a livello di riti voodoo contro Sangiuliano.

Non passa giorno che non mandi la sua maledizione. E magari rifletta su ciò che ha scritto il direttore del Tg2 su Facebook e che certamente riguarda proprio Anzaldi: “Un deputato che si fa forte della sua immunità per picchiarmi come si può fare ad una persona con le mani legate”. Possibile che non vada mai bene nulla? O vogliamo precipitare al livello di Tommaso Montanari, quello che è arrivato a scrivere un’autentica bestialità su Twitter?

Ossessionati da Sangiuliano

Non gli era piaciuto un servizio. Per gente così, “a sinistra” come si vanta sul suo account, le cose si risolvono in questa maniera. Lo chiamano professore. Se insegna cose del genere…. A casa mia le minacce di morte sono un reato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Franco Cipolla 24 febbraio 2020

    Purtroppo la sinistra e’ infettata da ottusità’ cronica ed i suoi seguaci sono incapaci di ragionare in maniera autoctona seguendo i dettami della logica e del buon senso. Rispondono purtroppo solo ai dictat di partito. Negano l’ovvio e l’unico mantra giornaliero e’ quello di essere in disaccordo su tutto se dettato dal buon senso altrui. Non essendo capaci di proporre soluzioni sensate, di usare lungimiranza nel proporre soluzioni, enfatizzano la loro pochezza etico morale usando come ultima risorsa il ludibrio ed il vile, disgustoso linguaggio di chi vile lo e’ nell’anima.

  • giovanni pistis 23 febbraio 2020

    UN uomo tutto d’un pezzo,professionista come pochi che ragiona bene con la sua testa.l’ho aprezzato in tv…uno che NON ha versato il cervello all’ammasso.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica