Case popolari agli stranieri irregolari: blitz di Pd e M5S del Lazio. Trancassini: “Zingaretti ne risponderà”

sabato 22 Febbraio 12:21 - di Redazione
zingaretti

Un “colpo di mano”, che “strizza l’occhio ai centri sociali” e consente “agli immigrati irregolari di accedere agli alloggi popolari senza averne alcun diritto”. A metterlo a segno, rigorosamente nel cuore della notte, è stato il Pd della Regione Lazio con il supporto dei voti del M5S. La denuncia arriva da Paolo Trancassini, deputato e coordinatore del Lazio di FdI. “Zingaretti – avverte Trancassini – si assuma le responsabilità di un’azione così sconsiderata, FdI ne chiederà conto”.

Il colpo di mano di Pd e M5S sulle case popolari

“Apprendo con sconcerto – spiega il deputato di FdI – il colpo di mano sul collegato al bilancio avvenuto di nascosto, nel cuore della notte, in Consiglio Regionale del Lazio”. La Pisana ha approvato, infatti, “una norma in deroga alla legge regionale per destinare il 10% degli alloggi popolari di Roma all’emergenza abitativa che seguirà gli sgomberi delle occupazioni abusive“. Nella pratica grazie a questa norma “anche gli immigrati irregolari potranno accedere agli alloggi senza averne alcun diritto. Ai danni dei sempre più emarginati onesti cittadini che non occupano, lavorano e vanamente attendono che gli sia dato ciò che gli spetta”.

Trancassini: “Zingaretti se ne assuma la responsabilità”

Il deputato di FdI esprime quindi “costernazione e rabbia” di fronte “all’ennesima azione che con i voti di supporto del Movimento 5 Stelle il segretario del Partito democratico, nonché nel tempo libero presidente della Regione Lazio, mette in campo per favorire discutibili realtà, probabilmente amiche del suo partito. Trascurando piuttosto gli aspetti più importanti della gestione regionale, come la sanità per esempio”. “Sono giorni caldi in Regione, da una parte vediamo un rimpallo imbarazzante sui 700mila euro concessi alla sinistra Casa delle Donne. Oggi apprendiamo di questa sconsiderata azione di forza sull’edilizia popolare che strizza l’occhio ai centri sociali e nel mentre l’assessorato alla Sanità procede ad una rimodulazione e taglio dei servizi di assistenza domiciliare per i disabili gravi. Tutto questo – conclude Trancassini – è assurdo e Zingaretti deve deve assumersi ogni responsabilità di questa follia e noi gliene chiederemo conto”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica