Bonus casa: arrivano sconti anche su mobili e piccoli lavori

venerdì 28 Febbraio 13:14 - di Redazione
bonus casa

Molte spese per la casa si possono detrarre. Interventi di efficienza energetica, di sistemazione del verde o piccole ristrutturazioni. Ecco tutti i bonus casa che molti italiani ignorano.

È prorogata, infatti, fino al 31 dicembre 2020 la detrazione del 50% sul recupero edilizio. E non si parla solo di ristrutturazioni importanti, ma anche di interventi domestici di piccola entità.

Bonus mobili ed elettrodomestici

Prorogate al 2020 le agevolazioni fiscali per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici. Si tratta di una detrazione Irpef al 50% prevista per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. La detrazione va ripartita in dieci quote annuali di pari importo e calcolata su un importo massimo di 10.000 euro, comprensivo delle eventuali spese di trasporto e montaggio. La misura è concessa per ogni unità abitativa.

Bonus casa: dalle finestre ai pavimenti

Confermato per il 2020, con le stesse aliquote, anche il cosiddetto Ecobonus. Si tratta di un’agevolazione consistente in una detrazione dall’Irpef o dall’Ires qualora si eseguano interventi che aumentano il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti. In generale, le detrazioni sono riconosciute per: la riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento; il miglioramento termico dell’edificio (coibentazioni, pavimenti, finestre, comprensive di infissi); l’installazione di pannelli solari; la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale.

Come chiedere l’agevolazione fiscale

Potranno fruire dell’agevolazione gli interventi eseguiti su unità immobiliari e su edifici (o su parti di edifici) esistenti, di qualunque categoria catastale, anche se rurali, compresi quelli strumentali per l’attività d’impresa o professionale. Le detrazioni, da ripartire in 10 rate annuali di pari importo, variano a seconda che l’intervento riguardi la singola unità immobiliare o gli edifici condominiali e dell’anno in cui è stato effettuato. L’agevolazione potrà essere richiesta per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2020 e, per la maggior parte degli interventi, la detrazione è pari al 65%, mentre per altri spetta nella misura del 50%.

Tutti gli altri bonus casa

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *