Anche la polizia conferma: falsa la “notizia” della sassaiola contro i cinesi a Frosinone. Ditelo al Pd

martedì 4 febbraio 15:53 - di Andrea Giorni

E adesso chi si scuserà dalla Regione Lazio con la città di Frosinone? E’ arrivata la conferma ufficiale ai nostri dubbi di stamane: non c’è stata nessuna sassaiola contro gli studenti cinesi. Lo fa sapere la Polizia di Stato che ha effettuato approfondite indagini. E ha denunciato per procurato allarme il professore che aveva diffuso la notizia, rivelatasi priva di fondamento.

Sassaiola inventata

Ieri sera, subito dopo il presunto episodio di intolleranza contro alcuni cittadini cinesi che si diceva si fosse verificato a Frosinone, la questura ha dato immediatamente avvio alle indagini. Le ricerche effettuate dalla Digos hanno consentito di chiarire che il professore che aveva reso pubblico l’episodio informando i giornalisti nel corso di un’estemporanea conferenza stampa non aveva la conoscenza diretta degli accadimenti ma aveva riferito informazioni raccolte da un’altra professoressa.

La professoressa a sua volta aveva appreso da un generico racconto di una studentessa cinese dell’Accademia di Belle Arti che su una chat seguita esclusivamente da suoi connazionali, un altro giovane cinese aveva fatto riferimento a non meglio descritti episodi di intolleranza verso cittadini cinesi che sarebbero accaduti a Roma. Il contenuto di tale conversazione in chat si sarebbe trasformato nella sassaiola a Frosinone a causa di un errato utilizzo del traduttore di Google da parte della studentessa. Alla luce degli approfondimenti eseguiti, pertanto, la notizia diffusa dal professore è semplicemente priva di fondamento. Il professore è stato segnalato all’autorità giudiziaria per procurato allarme.

Adesso la regione Lazio si scusi con Frosinone

Ora tocca a Nicola Zingaretti e al suo presidente del Consiglio regionale, Mauro Buschini, che erano saliti vergognosamente a cavallo della notizia falsa, chiedere scusa alla città. Devono fare il contrario di quello che hanno scritto su Facebook (foto sopra). Altro che aggressione! Frosinone non è razzista esattamente come non lo sono gli italiani. Ma il Pd ha bisogno di dirlo lo stesso. Che vergogna.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia 5 febbraio 2020

    Prima di usare la lingua certa gente dovrebbe mettere in moto il cervello!!!! Se ce l’ha!!!!!

  • maurizio pinna 4 febbraio 2020

    Segretario Logorroico Saponetta, si dia una calmata. Oltretutto ha la sfortuna di avere la esse blesa e di parlare con la chiarezza e la pertinenza di un certo Lapo nazionale. Si limiti a riempire di annotazioni i quaderni a quadretti come un suo antico predecessore Giusto per acculturare i posteri.

  • In evidenza