Salvini fulmina Fedez e Volo: «Milionari di sinistra». E il rapper scarica una valanga di insulti

venerdì 24 gennaio 13:01 - di Giorgia Castelli
Salvini

Ancora insulti e provocazioni contro Salvini. Il leader della Lega è intervenuto in collegamento con Dritto e Rovescio su Rete4 e ha voluto chiarire la sua posizione in merito all’attacco di Fabio Volo. Immediata la replica al vetriolo di Fedez. Tornando sull’attacco ricevuto mercoledì in radio da Fabio Volo – “Vai a suonare ai camorristi se hai le palle” –, il leader della Lega è tornato alla carica. Tirando in ballo anche il cantante. «Mentre lui e Fedez facevano i soldi scrivendo libri e canzoni – ha affermato – io combattevo la mafia a colpi di ruspa».

Piccata la replica di Fedez: «Sai qual è la differenza? Che noi – ha scritto replicando a un tweet della trasmissione – guadagniamo onestamente senza pesare sulle tasche di nessuno. Il tuo partito è costato agli italiani 49 milioni di euro. Io ero a Ibiza questa estate e faccio il rapper, tu eri al Papete ed eri il Ministro dell’interno. That’s it».

Salvini, gli attacchi di Volo e Fedez

Il rapper milanese si era accodato alla polemica scatenata da Fabio Volo dopo che il leader del Carroccio aveva suonato al citofono di un presunto spacciatore tunisino. Durante il programma da lui condotto, Il Volo del mattino, il conduttore si era espresso contro Salvini con toni alquanto duri. «Vai a suonare ai camorristi se hai le palle str***o, non da un povero tunisino che lo metti in difficoltà str***o, sei solo uno str***o senza palle. Fallo con i forti lo splendido, non con i deboli”. A Volo aveva poi fatto eco Fedez, che su Instagram aveva definito l’ex ministro degli Interni «un testimone di Geova mancato».

La risposta del leader della Lega

Salvini non ha perso tempo e la sua risposta è arrivata dopo giorni di insulti. Durante la puntata di Dritto e Rovescio il leader ha definito lo scrittore e Fedez “milionari di sinistra”.

«Mentre Fabio Volo e Fedez facevano soldi, giustamente, scrivendo libri o canzoni – ha affermato Salvini a Paolo Del Debbio – io in un anno da ministro ho contribuito alla confisca di 7 miliardi di euro di ville, conti concorrenti, macchinoni, a mafia, camorra e ‘Ndrangheta. E mentre loro facevano soldi scrivendo, io ricordo con orgoglio il primo colpo di ruspa che ho dato a una villa confiscata ai Casamonica, che adesso è diventata un giardinetto e una biblioteca per bambini. E mi hanno pure minacciato di morte. Quindi, lezioni di antimafia da questi due milionari di sinistra non ne prendo». Fedez ha immediatamente controbattuto all’ex ministro scadendo nelle solite battute.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Adele Secchi 24 gennaio 2020

    Loro poveri milionari sanno che se non sono di sinistra non lavoreranno con la rai, ma la rai siamo anche noi che paghiamo il canone, mi eri simpatico caro Fedez ma io con gli insulti e chi insulta non vado d’accordo. E tu Volo chi compera i tuoi libri non sono solo i sinistrosi. Ognuno è libero di pensarla come vuole visto che siamo almeno penso in un paese democratico. Voi mi rammentate il racconto del lupo e dell’agnello dite che l’agnello sparge l’odio. ma io sento solo voi lupi che odiate in maniera paurosa.

  • francesco 24 gennaio 2020

    fabio volo… fa il fenomeno… perchè quando lavorava per una discoteca faceva entrare solo i danarosi e importanto e faceva il figo con i normali… paura di prendere pedate nel culo?

  • In evidenza