Notte di orrore a Piacenza: dopo una lite 28enne accoltellato con 3 fendenti a schiena e torace. È grave

sabato 18 gennaio 14:56 - di Redazione
Polizia foto Ansa

Accoltellato forse dopo una lite come tante. All’improvviso, però, 3 fendenti raggiungono un ragazzo alla schiena e al torace: quella appena trascorsa a Piacenza è stata una notte di terrore e sangue. Iniziata con una discussione che poi è degenerata e si è conclusa con il ferimento di un un 28enne rimasto gravemente colpito sull’asfalto. Ora il giovane è ricoverato in condizioni molto gravi. Il ragazzo è stato raggiunto da tre fendenti alla schiena e al torace.

Accoltellato un 28enne a Piacenza: è grave

Un dramma, quello dell’aggressione all’arma bianca di un 28enne, che si consuma all’improvviso. Quando non sono ancora le 23, e probabilmente in seguito a una lite. L’alterco. I toni che si alzano. Le minacce che si traducono in pochi ma concitati istanti in orrore. Poi, uno dei due uomini che sfodera un coltello e colpisce per ben tre volte la vittima. E il giovane che, accoltellato. Colpito al torace e alla schiena, resta inerme sull’asfalto. Sanguinante e gravemente ferito. Mentre il suo aggressore fugge e prova a far perdere le sue tracce. Ma la polizia mette in moto una serrata caccia all’uomo. Il fuggitivo è braccato: la sua corsa dura poco…

Dopo il ferimento del 28enne, l’aggressore è fuggito

Qualche ora dopo, gli agenti della squadra mobile  individuano e intercettano il presunto aggressore che, nel frattempo, si era dato alla fuga. Ora l’uomo, fermato, si troverebbe ancora ancora in Questura a Piacenza. E dalle scarse informazioni che trapelano sul caso, al momento arriva soprattutto la conferma dell’aggressione a colpi di arma bianca. L’uomo, di cui ancora non si conosce l’identità, avrebbe sferrato al 28enne tre fendenti, alla schiena e al torace, e poi sarebbe fuggito. La sua posizione è ora al vaglio degli inquirenti, mentre sono in corso le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza