Mestre, le tolgono la figlia. Donna si dà fuoco davanti al tribunale dei minori

lunedì 20 gennaio 14:20 - di Redazione
Mestre

Una giovane donna si è gettata addosso  liquido infiammabile e si è data fuoco stamattina davanti al Tribunale dei minori di Mestre. Subito sono accorsi per spegnere le fiamme e salvare la donna le guardie che sorvegliano il tribunale. La donna è stata intubata sul posto e trasportata al pronto soccorso dell’ospedale all’Angelo. Ora versa in gravi condizioni. Il suo drammatico gesto sarebbe da ricondurre ad un procedimento giudiziario che la vede coinvolta. Sulla vicenda sta eseguendo accertamenti la Polizia.

Sul luogo del rogo – scrive Il Gazzettino – “sono stati ritrovati una tanica con del liquido infiammabile e un cartello in cui la giovane spiega, accludendo una fotografia, le ragioni del gesto. Nella foto sul cartello erano ritratti l’ex marito della donna e la figlia. L’ex marito risiede a Casier, in provincia di Treviso. Sul cartello, scritto in un italiano stentato, un messaggio nel quale si fa riferimento all’affidamento della figlia e al marito”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza