La Farnesina chiude 27 consolati. L’ira degli italiani all’estero: “Così ci abbandonano”

giovedì 23 gennaio 15:35 - di Giovanni Pasero

Luigi Di Maio da ministro degli Esteri sta combinando più danni che da leader del M5s. E a farne le spese sono gli italiani all’estero. È passata sotto silenzio l’ultima scellerata decisione. La Farnesina ha infatti soppresso 27 uffici consolari onorari, tra agenzie, consolati e vice consolati.

Zaccarini (italiani all’estero): “Risparmiano sulla pelle di anziani e disabili”

“È l’ennesima prova che questo governo se ne infischia degli italiani nel mondo”, commenta Vincenzo Zaccarini, coordinatore per il Regno Unito di Fratelli d’Italia. “Molti italiani all’estero sono anziani. Ma penso anche ai nostri connazionali disabili. La chiusura dei consolati li costringerà a fare centinaia di chilometri per ottenere un documento. O un nuovo passaporto. Penso che decisioni come queste siano un oltraggio a Mirko Tremaglia, che ha dedicato la sua vita connazionali nel mondo”. Zaccarini, che promuove l’agroalimentare italiano con la sua attività imprenditoriale, denuncia una situazione insostenibile. “Con la scusa del risparmio, magari per pagare il reddito di cittadinanza ai furbetti in Ferrari, si penalizzano milioni di italiani nel mondo. L’incapacità al governo produce effetti devastanti per tutti”.

Vincenzo Zaccarini di Fratelli d’Italia

Figuraccia Pd, protesta a cose fatte

Una situazione oggettivamente ingiustificabile. Nonostante le rassicurazioni della Farnesina.  Confermano il pasticcio gli stessi esponenti del Pd.  Francesca La Marca, Angela Schirò, elette all’estero col partito di Zingaretti, si svegliano tardi. “Nel decreto di soppressione non compaiono le obiettive motivazioni che hanno portato a questa decisione. Ci auguriamo non siano riconducibili solo a una generica esigenza di contenimento della spesa”. In più lamentano, le esponenti Pd, “non ci ha rallegrato la mancanza di qualsiasi consultazione degli eletti all’estero e del Cgie. Organismo che per legge è tenuto ad esprimere parere obbligatorio”.

L’elenco dei 27 consolati soppressi

Ecco l’elenco delle sedi cancellate con un tratto di penna. Hanko (Finlandia), Kotka (Finlandia), Mariehamn (Finlandia), Klaipeda (Lituania), Dundee (Regno Unito), Costanza (Romania), Piatra Neamt (Romania), Lucerna (Svizzera), Saida (Libano), Cincinnati (Stati Uniti), Nashville (Stati Uniti), Aracaju’ (Brasile), Chapeco (Brasile), Nova Friburgo (Brasile), Araraquara (Brasile), Franca (Brasile), Limeira (Brasile), San Pedro (Costa D’Avorio), Varadero (Cuba), Fukuoka (Giappone), Nagoya’ (Giappone), Mazatlan (Messico), Tijuana (Messico), Acapulco (Messico), Chisimaio (Somalia), Maseru (Lesotho) e Moroni (Comore).

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 25 gennaio 2020

    Potrebbe anche essere vero che in molte delle elencate citta’ non ci siano sufficienti italiani come per tenere aperto un consolato, ma almeno spero abbiano censito quanti italiani presenti e principalmente la loro eta’.
    A tutto questo i super ben pagati che si grattano la pancia come Rosato, Care’ e Giacobbe che fanno parte degli eletti all’estero cosa commentano per le decisioni del Di Maio ? Forse nulla, perche’ tutti fanno parte della sinistra al governo. Sapevate che con i loro stipendi e pensioni si potrebbero tenere aperti almeno due o tre consolati? Andiamo al voto e speriamo che con la destra si possano risanare tanti errori che la sinistra ci ha somministrato in tutti questi anni buttati al vento.

  • Mike 25 gennaio 2020

    Ditegli a questo Zaccarini di non raccontare minchiate colossali o meglio, di non ripeterle quelle che sento da un po di mesi dalla Meloni ed altri di FdI. E dire che pensavo di votarvi e che parlavo bene di voi.
    Vi preoccupate degli italiani forse anziani che soffriranno perchè avranno il consolato più lontano… e poi lasciate morire come cani i 5 milioni di poveri in patria che ora grazie al RdC ci compriamo qualcosa. È cecità o ignoranza? Non credo, è politica ovvero interesse becero personale e a 10 cm possono morire tutti che ve ne fottete. Di me si sono occupati il M5S e voterò sempre loro anche se avranno 1 solo voto. Io sono a letto invalido senza entrate e dovrei aspettare altri 7 anni per la sociale? Dopo che lo Stato mi aveva chiesto il pizzo e chiusi l’attività rimanendo solo con 24 anni di contributi e non lavoro dal 2006. Quando vi occupate dei problemi veri di questo Paese fallito e dei suoi cittadini poi dai frutti visti parleremo di voti ed elezioni.

  • rita 24 gennaio 2020

    condivido. Sono certa che ci siano pochissimi Italiani in quei luoghi per cui non giustificano l’ufficio consolare che sarà incorporato in altre città.

  • ale 24 gennaio 2020

    I consolati onorari non costano nulla allo Stato; non è che la vera ragione sia dare un contentino a qualche amichetto che vuole l’ambita e prestigiosa, pur se gratuita, carica ? 😉

  • In evidenza