Il piano di Soros contro i “dittatori”. Parenzo lo elogia e fa il pieno di insulti su Twitter

venerdì 24 gennaio 17:39 - di Redazione
Soros

L’ultima iniziativa di George Soros la spiega Inside Over, un sito di analisi internazionali. Un miliardo di dollari per contrastare i governi autoritari e i cambiamenti climatici. L’investimento del finanziere liberal, annunciato dal World Economic Forum di Davos, ha l’obiettivo di costituire un network di università impegnate “nel pensiero critico” che si occupino del cambiamento climatico ma non solo. Accanto a questo impegno anche la difesa della democrazia da personaggi come Trump. Si chiamerà Open Society University Network e offrirà una piattaforma internazionale per l’insegnamento e la ricerca, ha spiegato l’89enne di origini ungheresi. “Come strategia a lungo termine, la nostra migliore speranza sta nell’accesso a un’istruzione di qualità, in particolare un’educazione che rafforzi l’autonomia dell’individuo coltivando il pensiero critico e rimarcando la libertà accademica”.

Da New York a Londra passando per l’Asia e l’Africa – scrive Inside Over – la nuova rete globale delle università di Soros è in continua espansione e il lancio dell’Open Society University Network ne è la dimostrazione. Secondo il Financial Times, il finanziere avrebbe già investito negli anni ben 32 miliardi di dollari nel tentativo di diffondere gli ideali liberal-progressisti della sua agenda politica nelle università sparse per tutto il globo.

Il libro di Soros e il tweet di Parenzo

Le idee di Soros si trovano anche in un libro in questi giorni uscito in Italia. Democrazia! Elogio della società aperta, edito da Einaudi. La copertina del libro è stata rilanciata dal giornalista David Parenzo su Twitter con questo commento: un manifesto di libertà!

Gli utenti non sono però molto daccordo. Si sprecano i commenti negativi. In molti accusano Parenzo di essere un “servo” di Soros, altri gli chiedono se davvero è a libro paga del finanziere. Non mancano apprezzamenti sul libro di cui Parenzo si fa sponsor. C’è chi posta la carta igienica, chi dice che lo userebbe per accendere il fuoco del camino, chi per ridare equilibrio a un tavolo zoppicante. E c’è chi si domanda: ma davvero i miliardari sanno cosa è bene per il popolo? Infine c’è chi accoglie quella di Parenzo per ciò che è veramente: una provocazione. Che ha infatti suscitato un’ondata di reazioni inviperite.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Silvia 25 gennaio 2020

    Sorso è democratico come il centro sinistra italiano?🤔🤭

  • Giuseppe Forconi 25 gennaio 2020

    Ribadisco che vorrei sapere cosa hanno offerto o promesso, all’incartapecorito di soros, la sinistra italiana attraverso i suoi tiranni, zingareglietto, gentiloni, bonino, di maio, fedeli, speranza, prodi e tutti gli altri affamati di potere e distruttori di popoli, per farlo scomodare e mettersi a rompere gli zippitei anche in Italia ?

  • In evidenza