Il derby finisce in pareggio. Lazio deludente, Roma aggressiva ma non conclude

domenica 26 gennaio 20:10 - di Redazione
derby

Il derby della Capitale tra Roma e Lazio si conclude con un pareggio. 1 a 1, come nello scontro di andata. La squadra giallorossa combatte con molta aggressività (22 i tiri in porta), ma la Lazio si mostra solida in difesa. Solo sei i tiri totali della squadra di Inzaghi. Spettacolari come sempre le coreografie delle due curve.

Un derby deciso nel primo tempo

Tutto si decide nel primo tempo. Una Roma arrembante passa al 25′ con Dzeko, al 34′ il rocambolesco pareggio firmato da Acerbi, nel finale di primo tempo palo di Pellegrini per i giallorossi. In classifica la Lazio è terza con 46 punti, quarta la Roma a 39 che stacca di un punto l’Atalanta.

Cambio nella Lazio a inizio ripresa, Luiz Felipe ammonito resta negli spogliatoi, dentro Patric. Al 47′ Spinazzola è bravo a trovare spazio sulla fascia e a mettere a centro-area un pallone invitante per Veretout che sbaglia la conclusione. Un minuto più tardi c’è lavoro per il Var su un contatto tra Patric e Kluivert nell’area della Lazio, dopo aver visionato le immagini Calvarese opta per un fallo in attacco dell’olandese.

Occasionissima per la Roma all’80’, Under parte dalla fascia, in dribbling supera due giocatori e lascia partire un rasoterra su cui Strakosha salva di piede. All’81 la Roma getta nella mischia Perotti per Kluivert. Dentro Kolarov per Santon. All’88’ Kolarov va sulla fascia e mette al centro per la testa di Dzeko, il tiro centrale viene bloccato dal portiere. Sull’altro fronte Immobile scarica al centro per l’accorrente Milinkovic-Savic, il rasoterra esce di pochissimo. Dopo 4′ di recupero arriva il triplice fischio di Calvarese, finisce 1-1.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza