Fondo salva banche, Meloni protesta: decidono in gran segreto i destini della nazione. Non passeranno

giovedì 30 gennaio 18:01 - di Redazione

Fondo salva banche, Fratelli d’Italia chiede che non vi sia segretezza sugli atti e alza la voce. “Entro marzo l’Italia dovrà esprimersi sul MES – dice Giorgia Meloni –  il fondo salva-banche che tanto piace alla Germania. Conte, Di Maio e Gualtieri hanno raccontato di aver chiesto e ottenuto delle modifiche ma l’Eurogruppo sostiene che il documento non verrà toccato. Chi mente? Non è dato saperlo, perché tutti gli atti sono di natura ‘confidenziale’ e ‘nessun verbale né trascrizione può essere reso pubblico’. Sostanzialmente decidono del destino della nostra Nazione in gran segreto, senza che nessuno possa sapere realmente cosa accada. Fratelli d’Italia darà battaglia senza quartiere per rispedire al mittente questa ennesima beffa ai danni degli italiani, non passeranno”.

Anche Matteo Salvini ha preso una analoga posizione chiedendo trasparenza. ”E’ intollerabile – ha detto – che l’Ue impedisca il libero accesso ai verbali delle sedute dell’Eurogruppo in cui si è parlato della riforma del Mes. Vogliamo sapere la verità. La trasparenza deve prevalere quando ci sono di mezzo il lavoro e i risparmi di milioni di cittadini. Apprendo dalla stampa che alla richiesta di accesso agli atti, fatta da un giornalista per sapere se Gualtieri e Conte si siano opposti davvero in sede di Eurogruppo e Eurosummit alla riforma del fondo salvastati, come da mandato parlamentare, è stato opposto il ‘segreto di Stato’.

Matteo Salvini si riferisce all’articolo di denuncia pubblicato oggi sul quotidiano ‘la Verità‘. “Guai – aggiunge – a pensare di approvare alla chetichella niente che assomigli al Mes. Non vorremmo dar ragione al Financial Times secondo cui se il Pd avesse vinto in Emilia ne avrebbe approfittato per far passare le eurofregature. Noi vigileremo in Parlamento più di prima”.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza