Zingaretti va in piazza con le sardine? Dopo “Bella Ciao” è la volta di “Bandiera rossa”

martedì 10 dicembre 10:11 - di Redazione
Zingaretti va in piazza

Zingaretti va in piazza con le sardine? Nel suo staff qualcuno ci starebbe pensando. «Se le sardine si radunano a Roma sabato prossimo è impensabile che “il Capo” non sia presente. E chi se ne frega se ha altri impegni. Si cancellano perché la presenza in piazza San Giovanni è troppo importante». È quanto si legge sulla pagina facebook  7Colli. «Prima Salvini e il centrodestra; poi le sardine; è ora che Zingaretti faccia capire che se insegue il bipolarismo il posto del Pd è lì, in mezzo a quei ragazzi. Come ha fatto Prodi a Bologna».

Zingaretti va in piazza, la decisione a breve

«La decisione sta maturando in queste ore, sono in corso i contatti con quel magma indefinito che è rappresentato da questa curiosa galassia che manifesta più contro l’opposizione che contro chi governa».

«Zingaretti, al solito, è indeciso sul da farsi. Chi lo conosce bene sa che un solo fischio gli rovinerebbe la giornata, anche perché nervoso com’è rischierebbe di rispondere in malo modo». Ma – dicono i suoi – «bisogna convincerlo e trascinarlo in piazza. Anche perché ci mancherebbe – ragionano nello staff alla Regione – bisogna evitare assolutamente di farsi fregare dalla Raggi che, spregiudicata com’è, sarebbe capacissima di affrontare la piazza con tanto di fascia tricolore per dimostrare che a Roma lei c’è ancora».

Zingaretti va in piazza, le indiscrezioni di 7Colli continuano. «Quindi», si legge sulla pagina fb, «la pressione è per l’annuncio prima possibile. Zingaretti-sardina e il gioco è fatto. Tanto ormai non ci si meraviglierebbe più di nulla. Anche perché sennò a che vale esaltare quelle piazze ogni giorno se poi non ci si fa neppure vedere quando l’evento è a Roma? Dopo Bella Ciao canteranno Bandiera Rossa».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica