Vento fortissimo e temporali in tutta Italia, è allerta. A Roma cadono 200 alberi

domenica 22 dicembre 19:49 - di Redazione
vento alberi

Vento e temporali flagellano l’Italia. Frane, trombe d’aria, fiumi che straripano, ovunque è allerta. Oltre 200 interventi legati al maltempo da parte delle pattuglie della Polizia Locale di Roma Capitale in questo fine settimana. Particolare attenzione per il forte vento che ha causato la caduta di alberi in varie zone della città. Tra cui via Aurelia Antica, viale Sacco e Vanzetti, via Erasmo Gattamelata, via Anagnina e via Cristoforo Colombo, nella carreggiata laterale in direzione Ostia fra Via di Acilia e Via Pindaro. Agenti sul posto per la viabilità e l’assistenza ad automobilisti e residenti. Diverse pattuglie sono intervenute alle 12.30 nella zona di Castel Romano, dove a causa di una tromba d’aria è stata disposta in via precauzionale la chiusura del centro commerciale.

A Fiumicino si chiude anche la ineta di Fregene per il rischio alberi. “A causa del forte vento, oltre ai cimiteri comunali di cui era stata già disposta la chiusura, sono state chiuse anche Villa Guglielmi, la Lecceta e la pineta monumentale di Fregene”. E’ quanto informa il Comune di Fiumicino, raccomandando ai cittadini di “prestare la massima attenzione anche sulle spiagge per via della mareggiata in corso”.

Vento e temporali, l’Irpina chiede lo stato di calamità

L’Irpinia in allarme. “Come amministrazione provinciale ci siamo messi subito all’opera, intervenendo con tempestività, per liberare le strade di nostra competenza da fango e detriti. In alcuni casi siamo stati costretti a chiudere le arterie, a causa di frane e smottamenti”. E’ quanto sottolinea il presidente della Provincia di Avellino, Domenico Biancardi, che ringrazia operatori, tecnici e funzionari dell’Ente “per l’impegno e il lavoro che stanno portando avanti da ore per fare fronte alle varie emergenze.” Ingenti i danni in tutta l’Irpinia tra allagamenti ed esondazioni dei torrenti, senza dimenticare la frane che hanno colpito il territorio in vari punti.

“Stanzieremo subito dei fondi – aggiunge il presidente Biancardi – per ripristinare le strade provinciali danneggiate. Allo stesso tempo, chiediamo a Regione e Governo di liberare risorse e avviare un grande piano di messa in sicurezza dal punto di vista idrogeologico del territorio irpino”. “Come Provincia sosterremmo le richieste di riconoscimento dello stato di calamità naturale di novembre e di questi giorni da parte dei Comuni. I danni subiti da residenti e attività sono considerevoli. Un plauso alla preziosa opera della Protezione civile, del Genio Civile, dei Vigili del fuoco e delle forze dell’ordine”.

Maltempo, codice arancione in Toscana

Permangono le condizioni di instabilità climatica su gran parte della Toscana. La Sala operativa unificata della Protezione civile regionale ha emesso un nuovo avviso meteo. Codice arancione per mareggiate sulla costa, dalla Versilia a Piombino con l’interessamento del litorale pisano, della costa livornese e delle isole dell’Arcipelago. Sono previsti mari agitati o molti agitati. L’avviso, già in corso, è previsto fino alle ore 8 di domani mattina. Codice giallo, invece, per le altre zone della costa toscana meridionale con l’eccezione dell’Argentario dove il codice è arancio.

Venti di burrasca su tutto il Sud

“La permanenza di una perturbazione atlantica sulla nostra penisola, benché in graduale allontanamento verso l’area balcanica, continuerà a determinare condizioni di tempo perturbato sul Meridione”. La Protezione Civile d’intesa con le Regioni coinvolte ha emesso un ulteriore avviso di condizioni meteorologiche avverse. L’avviso prevede “dalle prime ore di domani, precipitazioni da sparse a diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sulla Sicilia, oltre al persistere di fenomeni temporaleschi sulla Calabria. Tali fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Maltempo in tutto il Sud da stasera

Attesi, inoltre, sempre dalle prime ore di domani, venti da burrasca a burrasca forte dai quadranti settentrionali sulla Liguria, oltre al persistere di venti di burrasca o burrasca forte, nord-occidentali, su Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia, con possibili forti mareggiate lungo le coste esposte”. Sulla base dei fenomeni previsti e in atto, “è stata valutata per la giornata di domani, allerta arancione. Valutata, inoltre, allerta gialla sui restanti settori di Campania ed Emilia-Romagna, su parte del Friuli-Venezia Giulia, Veneto, Lombardia e Toscana, sulle regioni Umbria, Abruzzo, Basilicata, Calabria e su parte della Sicilia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica