Sodoma, l’ultima del Vaticano: il peccato della città era la mancata accoglienza allo straniero

lunedì 23 dicembre 17:46 - di Redazione

Sodoma, la città distrutta per volontà divina per i peccati dei suoi abitanti perché subì tale condanna? La risposta nel libro “Cos’è l’uomo? Un itinerario di antropologia biblica”, pubblicato il 16 dicembre dalla Pontificia Commissione Biblica (PBC), e si propone di esaminare la comprensione scritturale della persona umana.

Secondo la commissione il peccato di Sodoma consisteva nell’ostilità allo straniero. Ecco cosa afferma il nuovo libro secondo quanto scrive la giornalista Diane Montagna nel suo articolo pubblicato su Lifesitenews e tradotto in italiano da Sabino Paciolla: “La storia della città di Sodoma … illustra un peccato che consiste nella mancanza di ospitalità, con ostilità e violenza verso lo straniero. Un comportamento giudicato molto grave e quindi meritevole di essere sanzionato con la massima severità”.

Sodoma, il tema dell’omosessualità

C’è poi spazio anche per la trattazione dell’omosessualità. Rispetto all’approccio della Scrittura – si rileva – esistono in Occidente voci di dissenso. Il libro della commissione pontificia così recita: “Sappiamo che diverse affermazioni bibliche, in ambito cosmologico, biologico e sociologico, sono state progressivamente considerate superate con la progressiva affermazione delle scienze naturali e umane. Analogamente – si deduce da alcuni – una nuova e più adeguata comprensione della persona umana impone una riserva radicale sul valore esclusivo delle unioni eterosessuali. A favore di una simile accettazione dell’omosessualità e delle unioni omosessuali come espressione legittima e degna dell’essere umano” .

Gli autori del testo osservano che “in altri passi della Bibbia ebraica che si riferiscono alla colpa di Sodoma, non vi è alcuna allusione a una trasgressione sessuale praticata con persone dello stesso sesso”, ma notano che questi passi (Isaia 1:10; Geremia 23:14; Ezechiele 16:49) parlano di “tradimento”, di “adulterio” e di “orgoglio”.

 

 

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 3 gennaio 2020

    Ma bravo il biancone, non solo ha dato ordini di aprire i porti ( come se si trattasse di casa sua) ma sta mettendo a rischio questo Paese e anche l’Europa all’invasione islamica. Non potrebbe dimettersi come fece Benedetto XVI o almeno tornarsene nella lontana e sconfinata papas argentina?

  • Giuseppe Forconi 26 dicembre 2019

    Meno male che non sono cattolico, altrimenti………!!!!

  • Francesco Ciccarelli 25 dicembre 2019

    Stando a questo testo, se pedofili e stupratori accolgono donne e bambini per abusarne non fanno peccato. Gli autori sono riferiscono a Salvini?

  • Vito Ignazio Fusaro 24 dicembre 2019

    Se la commissione la pensa così vuol dire che cerca le attenuanti al proprio comportamento, stiano tranquilli: perché dovranno aspettarsi una nuova Sodoma e Gomorra per rispondere al loro operato.

  • Silvano Bussi 24 dicembre 2019

    Spesso, coloro che vogliono basare le proprie convinzioni su rivelazioni di supposta origine divina si ritrovano poi a cambiare il significato ufficiale dei loro testi sacri secondo le necessità del momento. Se smettessero di fare gli inviati di Dio e proponessero le loro idee per quello che sono, cioè mutevoli idee di uomini qualsiasi, farebbero un bel salto di umiltà, onestà e realismo.
    Nel caso specifico, se l’interprepazione riportata nell’articolo è corretta, il libro sembrerebbe allinearsi alla mentalità ora dominante, che trasforma tutti i possibili vizi in altrettanti diritti della persona.
    A mio parere, una società dominata da tale principio è destinata a decadere, anche senza interventi punitivi della divinità, perché mina le condizioni stesse del proprio funzionamento.
    Forse è questo l’insegnamento che si può trarre dall’episodio biblico in questione, a meno che non crediamo veramente in un dio che ogni tanto si arrabbia e una volta annega quasi tutti col diluvio, un’altra volta distrugge un paio di città, un’ altra volta ancora ammazza tutti i primogeniti degli egiziani, tanto per far vedere quanto è potente, e infine aiuta gli ebrei a liberare la terra promessa sterminandone gli abitanti, uomini, donne, bambini, pecore e capre …

  • pincarello de pincarelli 24 dicembre 2019

    forse si tratta di vari peccati insieme
    bisognerebbe documentarsi meglio

  • rino 24 dicembre 2019

    Se la girano come gli facomodo, quale credibilità possono avere?

  • Paolo Sardi 23 dicembre 2019

    In Vaticano non conoscono nemmeno più la Bibbia. Deuteronomio 29, 23-25: “diranno, dunque, tutte le nazioni: Perché Yahweh ha trattato così questo paese? Perché l’ardore di questa grande collera? E si risponderà: Perché hanno abbandonato l’alleanza di Yahweh, Dio dei loro padri: l’alleanza che egli aveva stabilita con loro, quando li ha fatti uscire dal paese d’Egitto; perché sono andati a servire altri dèi e si sono prostrati dinanzi a loro: dèi che essi non avevano conosciuti e che egli non aveva dato loro in sorte.” In pratica sono stati distrutti perché adoravano altri déi. Cosa c’entra l’accoglienza dei barconi?

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica