Salvini: “Pd e M5S stanno facendo inc… tutti. Pur di mandarli a casa, va bene pure il proporzionale”

lunedì 9 dicembre 13:11 - di Viola Longo
salvini

“A chi parla questo governo? A chi si rivolge? Neanche a sé stesso. Se fosse il governo per i pensionati, per gli agricoltori, per le partite Iva avrebbe un senso. Ma così? Stanno facendo inc… tutti“. Per questo, per Matteo Salvini, non ci possono essere alibi per tenerlo in vita. Neanche arrivare a un sistema elettorale maggioritario. Per la Lega – e non solo per la Lega – è quello auspicabile, tanto da essere stato oggetto di una raccolta di firme per il referendum. Ma Salvini non è disposto a tenere in vita l’esecutivo pur di ottenerlo. “Aspettiamo che la Consulta dica se è possibile far esprimere gli italiani. Detto questo, non abbiamo problemi. Io vorrei solo un sistema in cui la sera del voto si capisce chi governa”, ha chiarito il segretario del Carroccio.

Salvini apre al proporzionale

“Io sono laico. Non ho pregiudizi. L’importante è che chi vince poi possa governare“, è stato il concetto che Salvini ha ribadito più volte nel corso di una lunga intervista al Corriere della Sera. Dunque, la sua è una apertura al proporzionale, a patto che si arrivi “a un sistema con adeguati sbarramenti, con i collegi adeguatamente disegnati”. In questo caso, “di certo la Lega non fermerà tutto per otto mesi a dire no al proporzionale“. E il tema del proporzionale è stato oggetto di un’intervista anche di Matteo Renzi, anche questa concessa al CorSera. Pure il leader di Italia Viva ha ricordato che “noi preferivamo il vero maggioritario, ma senza il monocameralismo non ha senso ora”. Inoltre, per Renzi, allo stato attuale “il proporzionale è il sistema più probabile” e “con il proporzionale sarebbe più facile andare alle elezioni”.

“Renzi? Non ci sono nessuna villa e nessuna bevuta insieme”

Posizioni che avvalorano l’idea di un incontro tra Salvini e Renzi? Il leader della Lega lo ha smentito categoricamente, scandendo che “non ho visto Renzi in una villa in Toscana e non abbiamo bevuto vino insieme”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza