Regionali, Meloni: “Questa settimana chiudiamo le candidature. Con Salvini fiducia reciproca”

lunedì 9 dicembre 18:30 - di Gigliola Bardi
meloni

“Penso che questa settimana ce la dovremmo fare a definire tutte le candidature”. Giorgia Meloni conferma da Bruxelles, dove è volata per il flash mob di FdI contro il Mes, che il centrodestra sta per chiudere la partita delle candidature per le regionali. “Penso che sia molto importante. Al di là delle Regioni che vanno al voto in queste settimane, ce ne sono molte altre, molto importanti, sulle quali vogliamo iniziare a muoverci con largo anticipo“, ha aggiunto, ribadendo che i rapporti con Matteo Salvini sono saldi.

Meloni: “Con Salvini fiducia reciproca”

Del leader della Lega “io mi sono sempre potuta fidare”. “Mi sono sempre fidata, come gli altri si possono sicuramente fidare di me“, ha detto la presidente di FdI, prendendo spunto dalla partita per le regionali. A sua volta anche Salvini, in un’intervista al Corriere della Sera di oggi, aveva spiegato che la lista dei candidati sta per essere chiusa.  Allontanando così illazione e retroscena che vorrebbero rapporti tesi con FdI.

La Lega si avvicina anche in Europa?

E a confermare che con gli alleati c’è un clima di collaborazione, da Meloni sono arrivate anche dichiarazioni sulla eventuale possibilità di intraprendere un percorso comune con la Lega anche a Bruxelles. Fratelli d’Italia, infatti, non porrebbe alcun veto se la Lega, oggi nell’eurogruppo Identità e Democrazia, dovesse chiedere di entrare nel gruppo dei Conservatori e Riformisti, come suggerito dal vicepresidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani. “Non penso che avremmo ragione di porre il veto, dopodiché non mi pare che la Lega abbia fatto questa domanda finora”, ha detto Meloni rispondendo a una domanda sul tema. “Se lo facesse – ha aggiunto – non potrei che considerare che la nostra proposta politica qui in Europa è sempre più attrattiva e convincente. Sono molto contenta del lavoro che stiamo facendo con i Conservatori“.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Sandro Cecconi 9 dicembre 2019

    Mia cara e stimata Giorgia, ti ammiro per la tua pazienza nel dover sopportare determinati allievi apprendisti conduttori di pecore. I c.d. pecorari. Mi sono sempre domandato dove trovi la forza per sopportare simili somaroni. Però dal momento che mi hai convinto di ritornare alle urne dopo esattamente 10 anni, l’ultimo anno di AN, voglio continuare ad appoggiarti così come feci con Fini con AN.

    Non sono mai riuscito a sopportare egoarchi di tal fatta, che altro non sono che delle mere sciagure umane. Di una cosa ti prego: l’essere educata con simili soggettoni da accatto ti fa onore, ma non commettere lo stesso errore che commise Fini con gli alleati dell’epoca. A mio avviso questi attuali sono ancor peggiori. Quindi se ci sarà bisogno di ribaltare il tavolo fallo tranquillamente e, anzi, fallo ma spaccandoglielo su quelle teste vuote che si ritrovano. Così come fece il sempre valido Don Camillo all’epoca, come descrisse magistralmente Guareschi.

    Credimi, saremo tutti dalla tua parte poiché sappiamo molto bene che questi sono molto pericolosi.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica