Meloni a Di Maio: “Basta fare i pagliacci sul Mes. Se non lo vuoi, vota contro o taci”

lunedì 2 dicembre 12:57 - di Angelica Orlandi
Meloni a Di Maio

Il governo cadrà sul Mes? Alla domanda che tiene banco nel dibattito politico di queste ore risponde schetta come sempre Giorgia Meloni. “Dovrebbe”,  dice la leader di FdI in una intervista a ‘la Verità. E bombarda il leader del M5S, tutto proclami e ambiguità. Dovrebbe cadere, risponde, dunque Giorgia Meloni, se alle parole seguiranno i fatti. “Nel senso che se Di Maio ha un briciolo di dignità, questo è il momento in cui lo deve dimostrare. Basta proclami, i numeri in Parlamento li ha. Se non vuole il Mes, come dice, ritiri il sostegno del M5s al governo. Basta fare i pagliacci, basta dire una cosa e farne un’altra. Se vuole essere coerente Di Maio ha una grande occasione per dimostrare dignità”.

La leader di FdI, tra l’altro, parla della informativa del premier Conte in programma in Parlamento proprio sul Mes: “Mi aspetto che il premier venga a smentire il ministro dell’Economia, altrimenti dovrà spiegare perchè ha svenduto gli interessi degli italiani e in cambio di cosa. Su questo sarò molto chiara in aula oggi e mi aspetto risposte altrettanto chiare”.

Il nodo da sciogliere è uno: continuerà  Di Maio a prendere in giro gli italiani? La Meloni riprende il filo del discorso in un’intrvista al al Gr1. Ribadisce: “Siccome i numeri in aula ce li ha lui, può dire che l’Italia o non firma il Fondo salva stati così come ce lo vogliono propinare o il governo va a casa: altrimenti taccia e non ci prenda in giro”. Lo ha detto Giorgia Meloni, al Gr1, parlando di Luigi Di Maio e della questione del Mes. “Oggi mi aspetto – ribadisce – che Conte dica che non è vero quanto dichiarato da Gualtieri secondo cui il trattato sarebbe inemendabile: queste sono decisioni che prende il Parlamento”, ha spiegato la leader di FdI.

E  proposito di dignità, c’è un altro appuntamento. “In Emilia Romagna l’obiettivo è di vincere”, dice la leader di FdI reduce dalla convention di Bologna. “Se la sinistra perde in Emilia Romagna, dovrebbe prendere atto di un fallimento a 360 gradi. Sempre che sappiano cosa è la dignità”, ha concluso l’intervista al Gr1.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza