M5S in confusione totale: nel Lazio chiede aiuto alle sardine contro Zingaretti

lunedì 9 dicembre 15:25 - di Federica Parbuoni
sardine

Dice che faceva per davvero. Che la sua “richiesta a Mattia Santori e alle Sardine di Roma era seria”. Che veramente “in Regione Lazio abbiamo bisogno di aiuto per analizzare i tantissimi casi di malasanità della giunta Zingaretti”. Dunque, la domanda: “Ci date una mano per favore?”. Davide Barillari, consigliere regionale del M5S del Lazio, oggi è tornato con un tweet sul suo controverso rapporto con le sardine. E, benché non sia chiarissimo dove voglia andare a parare, appare evidente che ormai è in balia di un cortocircuito senza precedenti. 

Il cortocircuito di Barillari

Il punto non è tanto che Barillari sfidi le sardine a dimostrare “di non essere la sezione giovanile del Pd“. Questa potrebbe essere una provocazione tutto sommato comprensibile. E non è nemmeno che appena due settimane fa, con un tweet del 25 novembre, li definiva una “operazione di marketing di Repubblica, pilotata dal Pd”, perché, in fondo, potrebbe essersi ricreduto o, per lo meno, potrebbe aver cambiato strategia per smascherarli (vedi considerazione precedente).

Il paradosso delle sardine

No, il punto è un altro. A notarlo, rilanciando il “delizioso tweet” di Barillari, è stata la pagina Facebook 7Colli, attentissima alle vicende romane e laziali.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza