In Friuli inaugurata la prima sede di Fratelli d’Italia, intitolata a Jan Palach

sabato 14 dicembre 10:37 - di Redazione
friuli
Ieri si è inaugurata la sede del Circolo di Fratelli d’Italia a Tarcento, creato oltre due anni fa.
“Abbiamo inteso intitolare la prima sede di Fratelli d’Italia di tutto il Friuli a Jan Palach, perché rappresenta un simbolo di lotta per la libertà. E contro l’oppressione che prima era il comunismo ed oggi è il nichilismo, suo erede”. Il capogruppo di Fratelli d’Italia a Tarcento, Riccardo Prisciano, ha aperto così la serata d’inaugurazione.
Durante la serata, sono intervenuti telefonicamente il dirigente di Fratelli d’Italia Andrea Putzu ed il Senatore Ignazio Larussa, figura simbolo del partito, che si sono complimentati con Prisciano per l’apertura di questa prima sede in Friuli, nonché per l’ottimo lavoro svolto in Consiglio Comunale e sul territorio tarcentini, costantemente al servizio dei cittadini e senza mai aver tradito gli ideali di Fratelli d’Italia.

Friuli, a Tarcento si voterà per le amministrative

Durante la serata,  i tesserati ed i cittadini presenti hanno chiesto a Prisciano di correre per la carica di Sindaco di Tarcento alle prossime elezioni comunali.
Prisciano, visibilmente commosso, ha dichiarato:”Vi ringrazio per la fiducia che riponete in me. Vista la vostra determinazione mi pare che non possa rifiutarmi. Accetto questo onere ed onore, ma prima votiamo questa candidatura a Sindaco nella prossima assemblea di circolo, così come previsto dall’art. 20 dello Statuto di Fratelli d’Italia”-.
Ed alla domanda di un centrodestra diviso alle prossime elezioni, Prisciano ha risposto. “A prescindere da Fratelli d’Italia, io servirò la volontà dei miei concittadini sempre e comunque. Se i vertici regionali del centrodestra vorranno ancora puntare su Steccati o su qualsiasi altro esponente dell’attuale maggioranza, è evidente che il centrodestra si presenterà diviso alle prossime comunali.
Ad oggi stiamo ultimando le nostre 4 liste (“Fratelli d’Italia”, “Tarcento in Azione”, “Io Amo Tarcento” ed “Identità Tarantina”). E siamo pronti a dialogare con le altre forze politiche del centrodestra, ma nessuno dell’attuale maggioranza potrà mai far parte della nostra squadra.

“Non tradiremo i nostri elettori”

Noi non possiamo tradire i nostri ideali ed i nostri elettori, andando a sostenere chi si è rifiutato di commemorare i martiri delle Foibe in Consiglio comunale, chi ha avvallato i corsi pre-parto per immigrati intitolati “Nascere cantando”, chi non ha ancora chiuso la moschea abusiva di Via Dante, chi ha aumentato la tassa sui rifiuti, chi ha distrutto turisticamente Tarcento e, sopratutto, chi è favorevole alla costruzione dell’autostazione-ecomostro in Piazza Libertà.
In sala erano presenti anche l’assessore di Fratelli d’Italia a Codroipo Andrea Nadalino e Stefano Salmé (Presidente di Circoscrizione del Quartiere Udine Est) che, oltre a complimentarsi personalmente con Prisciano per il lavoro svolto, ha portato i saluti del futuro (vista la Vittoria di Boris Johnson in Inghilterra) europarlamentare di Fratelli d’Italia Sergio Berlato.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza