Furto da 50mila euro in casa: la vittima posta il video dei ladri in azione

venerdì 6 dicembre 15:56 - di Redazione

È arrivato alle 5 del pomeriggio. All’ora del the. Ma non erano invitati, ma ladri in azione. I malviventi in questione hanno colpito, in Veneto, a Noventa, mercoledì pomeriggio. Sono stati immortalati dalle telecamere di sicurezza, ma l’hanno fatta franca. Bottino da 50mila euro, come riporta il Mattino di Padova.

Per questo motivo, la vittima del furto, Sandra Giolo, imprenditrice ed ex consigliere comunale di centrodestra, ha scelto i Social per denunciare il fatto. Ha pubblicato sulla sua pagina Facebook i fotogrammi e il video del ladro in nazione.

Ladri in azione nel Padovano

Come riporta Padova oggi, i fotogrammi inquadrano una persona sola, incappucciata, con tutta probabilità un maschio di giovane età. A quanto ricostruito il bandito sarebbe entrato nell’abitazione della Giolo, alle 17.35, forzando la porta d’ingresso nonostante il sistema d’allarme attivato. Dalle stanze sarebbero spariti gioielli e oggetti di valore per decine di migliaia di euro.

Leggermente diversa, invece, è la versione del Gazzettino veneto. Concorda sul momento della razzia: appena calato il sole. In questo caso, si parla di una coppia di ladri. Due individui, incuranti del sistema d’allarme che ha cominciato a suonare all’impazzata, in un paio di minuti hanno rovistano tra cassetti e armadi trafugando tutto quello che c’era di valore in casa.

Un altro tentativo di furto, poco dopo

Poco dopo ladri in azione poco lontano. Un tentativo di furto sarebbe invece stato sventato in via Noventana, dove ignoti hanno tentato di introdursi nell’abitazione di una famiglia. In quel momento in casa vi era solo un adolescente, figlio dei proprietari nonché il primo a dare l’allarme. Quando infatti il ragazzino ha percepito dei rumori sospetti all’esterno, si è barricato dentro allertando il 112 e mettendo in fuga i malintenzionati. Su entrambi gli episodi indagano i carabinieri. Non si esclude che gli autori siano gli stessi.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza