Da FdI a Leu, tutti contro Virginia Raggi: “Ma quale pioggia, il problema è la sua incapacità”

venerdì 13 Dicembre 17:30 - di Gigliola Bardi
raggi

La sindaca ha paura di pioggia e vento e ha ragione ad averne. Senza politiche di adattamento ai mutamenti climatici e senza manutenzione – ha sottolineato – pioggia e vento sono un rischio. Per gli allagamenti legati alle forti piogge, e forse ancor di più a tombini intasati da foglie e rifiuti, per le buche, per gli alberi che cadono. Eppure – ha concluso Muroni – proprio il patrimonio arboreo, se adeguatamente tutelato e manutenuto, sarebbe un prezioso alleato per mitigare dissesto idrogeologico e isole di calore”.

Gelmini: “Se Raggi fosse sindaco di Oslo…”

Sul tema è intervenuta anche Mariastella Gelmini, con amara ironia. “Se Virginia Raggi fosse sindaco di Oslo, probabilmente gli studenti della Capitale norvegese andrebbero a scuola un giorno al mese”, ha scritto su Facebook la capogruppo di FI alla Camera, per la quale la scelta di chiudere le scuole è stata assunta “troppo frettolosamente”. “Una città ancora una volta nel caos, con le famiglie romane, che hanno dovuto in fretta e furia trovare soluzioni per i propri ragazzi. Ancora una volta la Raggi – ha concluso Gelmini – si conferma inadeguata a governare la capitale d’Italia”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica