Contrabbandieri di carburante per autotrazione sgominati dalla Gdf di Roma: 16 custodie cautelari

lunedì 2 dicembre 14:21 - di Redazione
Contrabbandieri

Contrabbandieri di carburante assicurati alla giustizia. È infatti una banda di specializzata in contrabbando quella sgominata dalla Guardia di Finanza. Oltre 200 i militari della Gdf di Roma impegnati. Con il necesario coordinamento della DDA capitolina. Le 16 ordinanze sono state eseguite tra Roma, Latina, Napoli e Bari. In 14 finiscono in carcere e 2 ai domiciliari. Sono notificati anche 4 obblighi di dimora. Infine, 9 divieti di esercitare imprese e uffici direttivi di persone giuridiche.  L’accusa è di associazione perdelinquere. Sempre finalizzata a contrabbando petrolifero, ricettazione e autoriciclaggio. Vengono sospese le licenze di deposito a 16 società. Tutte aziende intestatarie di depositi commerciali e distributori stradali, coinvolte. Le indagini sono state condotte dal procuratore Prestipino e dalla pm Gerace. La Gdf di Roma ha prima individuato e poi smantellato l’organizzazione. Si tratta di una indagine che evidenzia diramazioni internazionali. Così come l’impiego di imprese con “prestanome” e distributori compiacenti. Immessi sul territorio oltre 4ml di litri di carburante per autotrazione. Il tutto in completa evasione d’imposta.

Contrabbandieri da Slovenia e Polonia

Contrabbandieri attenti e scrupolisi, si potrebbe dire. Il carburante parte infatti da Slovenia e Polonia. E viaggia all’interno di autobotti scortate da false lettere. Documenti che attestano il trasporto di olio lubrificante non soggetto ad accisa. Tutto questo per eludere eventuali controlli delle forze dell’ordine. Giunti in Italia, i carichi di gasolio sono quindi convogliati in luoghi di stoccaggio. Fiano Romano, via della Magliana e via della Tenuta di Santa Cecilia le località prescelte. Da lì vengono infine travasati in altre autocisterne. Ovvero, mezzi muniti di nuovi documenti di accompagnamento creati ad hoc.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza