Carlo Ancelotti si è “legato” mani e piedi a De Laurentiis. Sul “Fatto” stralci dell’incredibile contratto

venerdì 6 dicembre 13:58 - di Redazione
Carlo Ancelotti

Carlo Ancelotti si è legato davvero stretto ad Aurelio De Laurentiis. Legato nel senso di avvolto da corda robusta. Perché a leggere il Fatto quotidiano di oggi c’è da restare basiti. Allibiti. Il giornale infatti pubblica ampi stralci del contratto che lega l’allenatore al Napoli. Roba forte, l’articolo firmato da Maurizio Zaccone e Paolo Ziliani. Che rivela come il tecnico, noto per la sua bonomia, abbia accettato una specie di contratto-capestro. Che ne limiterebbe persino la libertà di parola. Se è vero quanto pubblicato, Ancelotti s’è legato mani e piedi al Napoli di De Laurentiis. Il presidentissimo volendo, può entrare nei suoi social, scriverci direttamente. Tutte le decisioni dovranno essere oggetto “di preventiva condivisione tra Allenatore e Società“. La quale società “in caso di disaccordo potrà legittimamente disattendere la volontà” del tecnico. Incredibile, no? Eppure così sembrerebbe essere. Perchè il club ha il “diritto” di inserire (sui social del tecnico) “espresse comunicazioni anche a nome dell’allenatore“. Che ha dovuto fornire alla società le chiavi d’accesso. Con un bell’arrivederci alla libertà personale.

La società sui social di Carlo Ancelotti

Certo, non è che il mitico Carletto lavori gratis. Ma, c’è un ma anche lì: non intascherebbe 6,5 milioni annui come vociferato. Bensì “solo” 3,5. Con premio possibile di 500mila euro per lo scudetto. E di un milione per la Champions. Tanti soldi comunque. Assai meno, probabilmente, di quelli che avrebbe potuto intascare in un altro club. Magari un top club europeo o uno di quelli cinesi o del Qatar. Chissà perchè l’ha fatto. Forse ha inciso la voglia di tornare ad allenare in Italia. Forse il carattere dell’uomo non ha dato troppo peso a tali “disposizioni”. Tra le quali spicca infine pure il dovere di “custodire con diligenza gli indumenti“. Nonché “rifonderne il valore se smarriti o deteriorati per colpa sua“. Ecco, è strano che Carlo Ancelotti abbia letto e poi sottoscritto. Mah…

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza