Blitz anti-droga a Napoli: 12 arrestati. Anche una donna che percepiva il reddito di cittadinanza

mercoledì 18 dicembre 15:17 - di Redazione
anti-droga

Una delle 12 persone arrestate nel blitz anti-droga di Napoli percepiva il reddito di cittadinanza. È emerso da ulteriori accertamenti dei finanzieri del Gico, coordinati nelle indagini dalla Dda partenopea.

Blitz anti-droga, arrestata una donna con reddito di cittadinanza

La donna, 33enne di Torre Annunziata, infatti, si occupava dei contatti per la vendita della droga importata dall’estero. È la moglie di un altro arrestato, il corriere dell’ordine di droga più grande. Si allunga la lista dei “furbetti” dell’assegno di cittadinanza. Pusher, immigrati clandestini, criminali vari sono già stati pizzicati. La Guardia di Finanza richiederà per la donna la sospensione del beneficio del reddito di cittadinanza.

Dodici arresti e una tonnellata di sostanze stupefacenti sequestrata

Dodici arresti e oltre una tonnellata di droga sequestrata per un valore di circa 20 milioni di euro. Sono i numeri dell’operazione Flower 2016. Gli arrestati sono ritenuti membri di un’organizzazione dedita al traffico internazionale di droga. Con basi operative a Napoli e Roma. Preziosa la collaborazione dell’Olanda. Che, infatti, ha permesso la cattura di uno dei 12 soggetti residente nei Paesi Bassi. Le indagini sono scattate dopo il tentativo di importazione di 55 kg di cocaina alla Colombia. Operazione scoperta il 31 marzo 2016 dalle autorità doganali statunitensi. Che hanno intercettato la spedizione in transito all’Aeroporto di Atlanta. E sequestrato la droga. Individuata così un’organizzazione attiva nell’importazione di grandi quantitativi di droga. Principalmente cocaina, hashish e marijuana, destinate ad alimentare le piazze di spaccio di Napoli.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Paolo Sardi 18 dicembre 2019

    Perchè “percepiva”? Non date false speranze: in realtà continuerà a percepirlo anche adesso.

  • Emergenza Coronavirus

    In evidenza

    News dalla politica