Autonomia, Stefano Caldoro rilancia la battaglia: “Serve il coraggio di cambiare”. Basilicata e Molise lo seguono

mercoledì 18 dicembre 18:28 - di Redazione
autonomia caldoro

Autonomia, il tema continua a essere “caldo”. “Fermare il percorso dell’autonomia è un clamoroso errore. Dopo l’intesa tra tutte le Regioni, che ha tolto ogni preoccupazione a chi segnalava il rischio di una partenza solo a favore di alcune realtà territoriali, c’è solo da andare avanti con impegno e rapidità”. Lo ha dichiarato Stefano Caldoro, responsabile nazionale del dipartimento autonomia di Forza Italia e capo dell’opposizione di centrodestra in consiglio regionale campano.

Autonomia, gli scontri nel governo bloccano il Paese

Caldoro ha poi aggiunto: “Serve disegnare un impianto nuovo ed efficace per il Paese. Serve il coraggio per cambiare. Anche il sistema delle autonomie locali, a partire dai Comuni, è pronto alla sfida ad armi pari in una dinamica virtuosa da Sud a Nord. Invece le polemiche e gli scontri nella maggioranza bloccano il Paese. Questa volta la battaglia per modernizzare il Paese dovrà partire dal Sud”. “Una nuova stagione – ha concluso il responsabile di Forza Italia – per un Sud unito e protagonista dei cambiamenti”.

Anche Basilicata e Molise concordano

Sulla questione dell’autonomia interviene anche il governatore lucani Bardi. “Ha ragione Stefano Caldoro. Le Regioni meridionali non devono avere paura dell’autonomia. E per questo mi sono fatto carico insieme ad altri presidenti del Mezzogiorno di aprire un dibattito anche in seno alla conferenza Stato-Regioni su nuove forme di regionalismo differenziato”. Lo ha dichiarato, in una nota, il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi. “Il Sud vuole essere protagonista di questa battaglia e sono sicuro che vinceremo questa sfida”, ha aggiunto.

Dice la sua anche il Molise. “Sull’autonomia non bisogna bloccare i processi ma continuare, con il confronto e rilanciando. Servono regole e serve il desiderio di giocare nuove sfide. Dal Sud, come ha sottolineato giustamente Stefano Caldoro, può partire la sfida per un Paese più giusto. E, come ha ribadito altrettanto giustamente il ministro Boccia, l’unitarietà delle regioni è un valore da salvaguardare prioritariamente”. Lo ha dichiarato Donato Toma, Presidente della giunta regionale del Molise.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Emergenza Coronavirus

In evidenza

News dalla politica