Scintille nel governo, Renzi attacca Conte e il M5S avverte: chi tocca “Giuseppi” muore

sabato 2 novembre 14:04 - di Mariano Folgori

Scintille nel governo tra Renzi e il M5S. Il leader di Italia Viva attacca Conte. La legislatura continuerà. Con o senza “Giuseppi”. Apriti cielo. Il M5S risponde per le rime. Chi tocca Conte produrrà la fine della legislatura. Per Renzi è una seria minaccia. L’ex premier ha bisogno di tempo.  Il voto tra qualche mese mette a rischio la sua “creatura” appena nata. Insomma, chi tocca “Giuseppi” muore.

Renzi sferra il suo attacco in una intervista al Messaggero.  “Dipende da come funziona il governo, non da me. Niente di personale, sia chiaro. A me sta a cuore l’Italia. Non il futuro dell’avvocato Conte. Conte è stato il premier di una maggioranza che ha azzerato la crescita in Italia. Per una serie di circostanze oggi si ritrova premier anche della maggioranza alternativa. Qualcuno degli alleati  lo immagina addirittura candidato leader alle prossime elezioni. Tutto assolutamente legittimo. Io però ragiono diversamente”. E poi, rincarando la dose: “La legislatura durerà fino al 2023, sicuramente. Siamo una democrazia parlamentare. E in Parlamento c’erano. Ci sono. E ci saranno i numeri per un governo che non ci spinga fuori dall’Europa”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza