Ragazzini vestiti da nazisti al Comics di Lucca: goliardia? No, scatta l’indagine

domenica 3 novembre 10:36 - di Redazione

Uniforme delle Ss con svastica al braccio e bandiera nazista in mano: è stato questo l’abbigliamento con cui due
ragazzi (video) si sono presentati venerdì sorso nel centro storico di Lucca, sfilando in mezzo alla folla del festival Lucca Comics and Games. Come tanti altri cosplayer in maschera. Sulla vicenda la Digos ha aperto un’indagine sui due giovani. A margine di uno dei numerosi eventi della kermesse del fumetto, hanno posato accanto a un carro armato finto, posizionato per promuovere un videogioco, vestiti da ufficiali nazisti.

Come mostra il video pubblicato sui social network, i due giovani che indossavano le divise delle Ss sono stati contestati dai passanti. “Quella è una bandiera nazista: vergognatevi”, grida un uomo nel video di fronte ai due ragazzi che restano impassibili. E la sinistra, come sempre, ha strumentalizzato la goliardata.

Nazisti a Lucca non previsti dal programma

Dalle indagini della Digos, è anche emerso che l’esibizione non faceva parte di quelle previste dal programma del festival. La questura sta valutando se i due ragazzi siano passibili di aver commesso un reato. Il Comune di Lucca e Lucca Crea, che organizza Lucca Comics, hanno diffuso un comunicato in cui “prendono le distanze e condannano il comportamento dei due ragazzi apparsi nel video caricato in rete. Offensivo non solo per il festival e tutto il suo pubblico, ma soprattutto per la memoria storica del nostro territorio”.
L’accaduto non è in alcun modo in relazione con il festival nè con le community cosplay nè con alcuna rievocazione storica – hanno precisato gli organizzatori -. Nessun evento della manifestazione, nessun partner, nessuna attività collaterale è coinvolta in questo gesto dei due ragazzi. Il pubblico presente ha immediatamente condannato il gesto e la security li ha prontamente allontanati dall’area, senza l’intervento delle forze dell’ordine comunque poi allertate”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • albert 3 novembre 2019

    Questi ragazzini sono dei grandi! Vestirsi da gerarca a carnevale ed essere indagati dalla DIGOS è il massimo! Secondo me lo scemo che nel video che gira in rete dice “…ma vi rendete conto!! ” deve essere un loro compare. Se ne parleranno Bruno Vespa e la Durso sarà una performance grandiosa. Bravi Bravi Bravi!!!!!

  • maurizio pinna 3 novembre 2019

    Forse è stata solo una boutade, chissà. Comunque visto che tutto ciò che appare nazista indigna la sinistra suggerirei al Governo di farsi interprete presso l’EU di annullare TUTTE le rievocazioni storiche che si tengono periodicamente in molti Paesi europei e dove i figuranti si vestono anche con uniformi del Reich. Chiudere TUTTI i mercatini di Militaria italiani che hanno uniformi e gadgets anche nazisti, BRUCIARE tutte le pellicole delle cineteche con film di guerra in cui compaiono nazisti, anche i libri ed eventuali dvd o cassette video. Poi visto che ci sono PROIBIRE che qualsiasi cittadino detenga materiale del genere, o concedere solo previo porto di materiale, come un porto d’armi insomma a discrezione. Questo tanto per cominciare ma penso che i “liberatori”, una volta cominciato, sapranno andare anche oltre.

  • In evidenza