Mastella si lascia desiderare: «Io e mia moglie con Renzi? Chi l’ha detto? ». Poi tira la corda

sabato 9 novembre 9:32 - di Paolo Sturaro
Mastella

Lascia ancora incognite su di lui e su sua moglie, Clemente Mastella. È in attesa di risposte dal centrodestra e tira la corda. Le voci si rincorrono, a settimane alterne. Una volta viene dato lui in partenza verso Italia Viva. La volta successiva tocca a Sandra Lonardo, nonostante sia un’eletta azzurra.

«Mia moglie andrà nel partito di Renzi? No, chi l’ha detto questo?», dice ora Mastella.  «Renzi è Renzi… anche Mastella è Mastella… Stiamo dove stiamo», ripete il sindaco di Benevento.

Di sicuro non sopporta i Cinquestelle. Però poi dribbla e parla d’altro. «Io voglio evitare che i proprietari facciano fare i bisogni ai cani in mezzo alla strada, senza raccogliere nulla. Questo fa arrabbiare ovviamente gli altri cittadini. L’amore per i cani è giustissimo, ma è altrettanto dignitoso l’amore per i concittadini. Si tratta di senso civico», prosegue. «Andrò qualche mattina da solo a vedere come si comportano queste persone. Farò lo spaventa-proprietario dei cani…».

Ma è la collocazione politica il punto cruciale. L’incognita. A settembre in un’intervista a Repubblica, Mastella aveva precisato di non aver visto Renzi. «Non ho

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza