Manovra, Ciriani: “È tutta sbagliata. Le nostre idee sono ben altre”

martedì 26 Novembre 15:38 - di Andrea Giorni
manovra pessima

Manovra pessima. Appuntamento con Fratelli d’Italia il primo dicembre a Bologna, dove “presenteremo la nostra idea di manovra. Siamo convinti che sia possibile un’altra legge di Bilancio rispetto a quella presentata dal governo rossogiallo. Ma soprattutto vogliamo che l’Italia torni a pensare in grande”. Luca Ciriani, capogruppo di Fratelli d’Italia al Senato, lancia la sfida alla maggioranza. E chiama tutto il partito alla kermesse bolognese organizzata dal gruppo di FdI al Senato, che vedrà l’intervento conclusivo di Giorgia Meloni.

Presidente Ciriani, partiamo dal titolo dell’iniziativa di FdI: “Un’altra manovra possibile”.

“Questa è una pessima legge di Bilancio, fatta soltanto di microtasse che opprimono famiglie, imprese, professionisti, piccoli artigiani e commercianti. Ma quello che è più grave è che si continua a mantenere in piedi il reddito di cittadinanza. Che non ha prodotto occupazione ma soltanto aiuti a criminali e sfruttatori. Invece, attraverso i nostri 523 emendamenti abbiamo costruito una manovra alternativa: parte dal recupero delle risorse del reddito di cittadinanza, abolendolo, per investirle nel sostegno alla famiglia, alle imprese e ai professionisti. E l’appuntamento di Bologna serve per spiegare il lavoro che abbiamo fatto. In Senato ma anche a contatto con artigiani e imprenditori, per raccogliere le preoccupazioni delle categorie produttive”.

Quindi a Bologna non soltanto denuncia, ma anche confronto?

“Proprio così. Daremo spazio a quei tanti italiani che quotidianamente con il loro lavoro contribuiscono a portare avanti questa Nazione. E che invece il governo ha deciso di tartassare. Penso alla plastic tax, che proprio in Emilia Romagna avrà un effetto devastante: il comparto locale del packaging è tra i primi in Europa e nel Mondo. Senza dimenticare la sugar tax. Altra tassa assurda che questo governo di ultrasinistra ha giustificato come ‘etica’. Ma in realtà non ha nulla di etico. Sembra di sentire di nuovo la storiella delle tasse che sono bellissime”.

Quali sono i punti qualificanti della vostra manovra?

“Gli aiuti alle famiglie con l’aumento delle detrazioni per i figli a carico. L’Iva agevolata sui prodotti d’infanzia, e più fondi agli asili nido per garantirne l’apertura a tempo pieno. Poi, meno tasse per cittadini e imprese: con l’abolizione della plastic tax, della sugar tax, di quella sulle auto aziendali e l’introduzione della flat tax sui redditi incrementali. Sempre dalla parte dei cittadini puntiamo a cancellare le commissioni sui pagamenti con carte di credito. Bisogna  evitare che il governo faccia l’ennesimo nuovo regalo miliardario alle banche”.

Ciriani:“I veri evasori sono i giganti del web”

“A sua volta, però, vogliamo portare avanti un’azione incisiva sulla grande evasione colpendo quelli che per noi sono i veri evasori, i giganti del web. Perciò abbiamo proposto una web tax in base al numero di accessi sulle singole piattaforme. Infine una serie di norme per difendere le nostre produzioni agricole oltre a una maggiore attenzione alla tutela del territorio e del rischio idrogeologico con la proposta di istituire una Zona Economica Speciale per l’area portuale di Venezia. Perchè di Venezia non bisogna ricordarsene soltanto nell’emergenza””.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *