Laura Boldrini attacca Di Maio: «Non dai segnali di maturità politica e umana. Perderai comunque»

sabato 2 novembre 10:26 - di Franco Bianchini
Laura Boldrini

Laura Boldrini entra a gamba tesa sul rapporto Pd-M5S. La paura di perdere l’Emilia Romagna cresce e sarebbe un tracollo storico. È un simbolo, è la roccaforte rossa. Se passa “in altre mani” sarebbe uno schiaffo in pieno viso.

Allora difende la posizione di Zingaretti e attacca il leader dei Cinquestelle. «Di Maio deve fare i conti con la sua linea politica. Non si può pensare che quando va bene è merito suo e quando va male è sempre colpa degli altri. Non credo che sia segnale di maturità politica e umana in generale». La deputata Pd lo afferma durante la registrazione di Accordi e Disaccordi, il talk politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi sul Nove.

«Di Maio ha detto “Se ci alleiamo perdiamo”?», incalza Laura Boldrini. «Io rispondo che se non si alleano perdono comunque». Sono anni che Giggino e Laura non si piacciono. Sul web girano ancora le parole dette dal pentastellato quando lei era presidente della Camera. «Che ci detesti è evidente. Che non ci provi neanche ad essere super-partes è assodato. Ci tocca tenercela. Se ci fosse la possibilità di sfiduciarla l’avremmo già fatto. Peccato che non esiste mozione di sfiducia per Presidenti e vicepresidenti della Camera».

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza