La pancia del Pd vuole andare al voto. Zingaretti se ne renda conto o Matteo Renzi lo travolgerà

venerdì 15 novembre 6:00 - di Francesco Storace

Ma Zingaretti ci parla con i suoi parlamentari? Una mattinata alla Camera è sufficiente per cogliere quello che bolle nella pancia dei suoi deputati. Hanno capito che questa robetta del governo Conte è indigesta al popolo italiano e non intendono sacrificarsi persino accollandosi decine di migliaia di operai dell’ex Ilva in mezzo alla strada.

Se tanto mi dà tanto è probabile che a manovra economica approvata per forza d’inerzia, si apriranno le danze che ci porteranno – finalmente – al voto anticipato, a meno di miracoli che nella politica italiana sono sempre possibili. E chissà se nei suoi incontri americani, Zingaretti non abbia finalmente incassato qualche via libera a rendere più stabile il nostro Paese con un chiaro percorso democratico.

“Renzi ci aggredisce, restare immobili un suicidio”

Abbiamo visto diversi deputati piddini e le risposte sono uniche. Ormai i patti – soprattutto con i Cinquestelle – sono di pastafrolla. Con Italia Viva il Pd è alla frutta, con Renzi che teorizza pubblicamente la sua politica di aggressione al partito di Zingaretti. Restare immobili è un suicidio.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • Giuseppe Forconi 17 novembre 2019

    C’e’ ancora quel detto che dice : Dio li fa e il vento li ammucchia.???? Credo di si, una marea di imbufaliti “POLITICI” che si strapazzano tra loro con liti e paroloni da terremoto, ma sempre e unicamente per le loro beghe private di posizioni e poltrone, ma di soluzioni….???? non se ne parla.
    Credo, anzi ne sono convinto, che dietro tutti questi, (vogliamoli definirli Quaquaraqua’) c’e’ un cervello o dei cervelli che li sta maneggiando a suo modo e convenienza ? Perche’ in un “Paese Civile” non succedono le cose che stanno succedendo in Italia oggi. Questa e’ la domanda che e’ diventata un TARLO.

  • Giuseppe Forconi 15 novembre 2019

    A Roma nei giardini del Pincio i bambini potevano godersi la domenica mattina il famoso teatrino dei burattini. Oggi, come allora e sicuramente anche in altre citta’ d’Italia, forse ci sono ancora, ma e’ riservato ai piu’ piccoli. Anche per noi adulti ne abbiamo uno, e’ al “GOVERNO” ci fanno morire ( non dalle risate ) ma dalla paura per la distruzione che ci porteranno. Poveri noi…..!!!

  • In evidenza