La Fornero innamorata delle sardine: “Loro hanno capito la mia riforma delle pensioni” (video)

martedì 26 novembre 14:37 - di Alberto Consoli
Fornero

Elsa Fornero senza ritegno. Le sardine sono dalla mia parte, è il senso dell’intervento spericolato della professoressa a “L’Aria che tira”, ospite di Myrta Merlino. Fa sul serio? Pare proprio di sì. Non solo si arruola nelle cosiddette sardine, fa di più. Sostiene che lei in persona sia una beniamina del neomovimento antisalviniano. Quasi un “ideologa”. E questo perché la sua riforma pensionistica che “impicca” i lavoratori fino a tarda età, favorirebbe invece i giovani. Azzarda:  “I giovani hanno capito che la riforma delle pensioni era un tentativo di riequilibrare il bilanciamento economico tra generazioni, fortemente sbilanciato a scapito dei giovani”.

Fornero di pessimo gusto

“Ben prima che questo movimento si manifestasse ho parlato con moltissimi giovani”. Una furbata di pessimo gusto. L’ex ministro “lacrime e sangue” tenta di accreditarsi come ideologa delle giovani sardine dimenticando quanti dolori ha provocato la sua riforma. Li ha provocati agli esodati e a tutti quei lavoratori che si sono improvvisamente trovati lontanissimi per età al  traguardo agognato con tanti sacrifici. Soprattutto donne. La Fornero, ormai al sicuro come tanti altri pensionati di lusso, dà un calcio a  chi ha subito il suo provvedimento e si autoprocama paladina delle giovani sardine. Colpo basso. Bassissimo. Un’ammissione, tra l’altro,  dello squilibrio creato con il suo provvedimento, a discapito dei lavortori più avanti con l’età. Spettacolo pessimo. Vederla ancora pontificare ed elogiare i nuovi  girotondi è anche molto patetico.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  • ANTONIO GIOVANNETTI 27 novembre 2019

    Cogl*iona, la sua riforma, l’unica analogia che aveva con le sardine era che puzzava; puzzava di pesce ma di quello andato a male. Le sardine fresche ancora non puzzano; puzzeranno però presto, molto presto, il 27 Gennaio.

  • giancarlo 27 novembre 2019

    Le sardine sono talmente intelligenti che hanno capito tutto,sia della politica governativa attuale che della legge della PROF Fornero ,tant’è vero che finiranno fritte in padella con una pensione irrisoria se, riusciranno a percepirla;del qual cosa dubito fortemente,a meno di un miracolo.Ammesso che accada.
    Comunque condivido il commento del Sig. Pinna Maurizio.

  • maurizio pinna 26 novembre 2019

    La Prof Fornero fece una manovra simile a quelle imposte da Che Guevara post rivoluzione, quando era primo ministro di Castro, ma a Cuba pur vivendo in una situazione simile a quella dell’ Italia del 2011, noi con l’EU e loro col FMI , vigeva un regime di tipo sovietico, dove l’ultimo problema era il popolo e dove era stata abolita la libera impresa, per cui TUTTI erano dello Stato.
    La Prof ha fatto una manovra comportandosi come il Che ma senza i fondamentali cubani , di puro imperio ricattatorio: o passa il dictat o salta il Governo e se i pesci diversamente comunisti sono concordi, secondo quello che lei asserisce, sono potenzialmente pericolosi perché sono dei talebani o dei khmer rossi cambogiani.

  • In evidenza