Ira Musumeci, virale sui social il remix del suo intervento all’Ars (video)

venerdì 8 novembre 15:33 - di Carlo Oreto
Musumeci

Dopo Giorgia Meloni anche il presidente della Regione Siciliana diventa protagonista di un video che imperversa sui social. La clip, realizzata da ignoti, è intitolata “MoosooremiX” e su una base di techno music ripropone alcuni frammenti del duro intervento di Musumeci nell’Aula di Palazzo dei Normanni. Un intervento seguito alla bocciatura, con voto segreto, dell’articolo 1 del Disegno di legge sulla riforma dei rifiuti.

Il j’accuse di Nello Musumeci

Quello dei rifiuti è un tema molto caldo in Sicilia. La gestione e lo smaltimento da decenni rappresentano un problema sotto il profilo ambientale e alimentano, un business opaco che spesso nasconde interessi criminali. Per questo il governo di centrodestra ha proposto un Ddl di riordino del settore. Per 29 sedute, dopo un serrato confronto in Commissione Ambiente ed Energia si era arrivati ad una sintesi ampiamente condivisa. Tale seduta aveva accolto quasi tutte le proposte del Movimento cinque stelle e del Pd.   Tutto asciava prevedere che a Sala d’Ercole, sede dell’Assemblea regionale siciliana, l’iter sarebbe stato meno accidentato del solito.

Ma all’improvviso, la richiesta di voto segreto, concessa dal presidente di turno dell’Ars, il centrista Roberto Di Mauro, ha fatto aprire il fuoco ai franchi tiratori della coalizione; e consentito il disimpegno di quegli esponenti della minoranza che pure avevano garantito la condivisione del Ddl. Da qui il vigoroso j’accuse di Nello Musumeci che non ha risparmiato nessuno.
Perfettamente riproposto dagli spiritosi autori, in “MoosooremiX”,  il governatore siciliano se la prende con il deputato Claudio Fava “levate d’avanti!”, poi ripete ossessivamente: “Chi?!, Chi?!, Chi ringrazia fuori da quest’Aula?!”: parti significative dell’intervento del presidente della Regione. Nel quale accusa i franchi tiratori di avere fatto gli interessi di coloro i quali hanno finora lucrato e speculato sull’emergenza rifiuti in Sicilia.

Fendenti anche ai grillini del M5S con il tormentone “Onestà! Onesta!”. Infine l’ammonimento di Musumeci che tuona: “Altro che voto segreto, bisogna metterci la faccia, la viltà non appartiene alla buona politica!”. Prima dell’avvertimento rivolto al presidente del parlamento siciliano: “Noi, signor presidente, vogliano andare avanti!”. Da ascoltare.

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza