Il Napoli nel caos, i calciatori dichiarano guerra a De Laurentiis: è ammutinamento

mercoledì 6 novembre 9:36 - di Redazione
Napoli

Caos e tensione alle stelle in casa del Napoli dopo il pareggio contro il Salisburgo in Champions League. I giocatori sono stati protagonisti di un vero e proprio ammutinamento contro il ritiro imposto dal presidente Aurelio De Laurentiis. Hanno dato inizio a un braccio di ferro con la società dall’epilogo ancora tutto da scrivere.

I giocatori si sono rifiutati di salire sul pullman che era pronto ad accoglierli dopo la partita per riportarli a Castel Volturno. Secondo alcuni rumors, avrebbero già allertato i rispettivi legali. Nervi tesi anche tra lo stesso De Laurentiis e il tecnico Carlo Ancelotti. Già alla vigilia del match europeo il mister non aveva nascosto di non condividere affatto la decisione del ritiro.

Il tecnico del Napoli ieri ha disertato la conferenza stampa post-gara, così come fatto anche da Fernando Llorente (per la società scatterà una multa perché il protocollo obbliga l’allenatore a presentarsi a fine gara), ma nella notte sarebbe rientrato insieme al suo staff a Castel Volturno, nell’albergo sede del ritiro.

Per continuare a leggere l'articolo abbonati oppure accedi

In evidenza