Don Michele Mottola finisce in galera: abusi su una bambina di 10 anni. L’inchiesta delle “Iene”

venerdì 8 novembre 11:29 - di Redazione
Iene

Il provvedimento contro don Michele Mottola

Ora il provvedimento della magistratura. Il gip del tribunale di Napoli Nord ha accolto la richiesta della Procura e ha disposto la custodia cautelare in carcere. Al parroco è stata notificata l’ordinanza da parte degli agenti del commissariato di polizia di Aversa, che hanno portato avanti le lunghe indagini..

Le attività investigative – si legge nella nota  del procuratore – erano iniziate dopo la comunicazione della Diocesi di Aversa. Importanti le testimonianze, i messaggi e le registrazioni audio. Tutti elementi, questi, «che hanno consentito di raccogliere un grave quadro indiziario». «Quadro confermato dalla vittima in sede di incidente probatorio nei confronti dell’indagato». Don Mottola è stato «ritenuto responsabile di abusi nei confronti della minorenne che, all’epoca dei fatti, partecipava assiduamente alle attività della parrocchia».

Le Iene e la ricostruzione delle fasi iniziali

È l’ennesimo caso lanciato dalle Iene. Le violenze, che si sarebbero protratte fino allo scorso febbraio, sarebbero iniziate quando la bimba aveva circa dieci anni e mezzo.

Il parroco, secondo l’accusa, avrebbe iniziato a fare piccoli grandi regali. Prima un orologio, poi un giubbino e addirittura un computer. Regali che giustificava come un ringraziamento per quelle cene a casa della sua famiglia.

Ma Marina, proprio in quel periodo, avrebbe iniziato a essere al centro delle attenzioni di Don Michele. E avrebbe provato a confidarsi con due amici parrocchiani. Che però all’inizio non riescono a crederle.

IL SERVIZIO DELLE IENE CON IL VIDEO

 

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza