Discarica di Bellolampo, Palermo in emergenza continua. E Orlando rischia di non avere più soldi per i rifiuti

lunedì 25 Novembre 16:01 - di Redazione
bellolampo palermo

Discarica, a Palermo è emergenza continua. E’ l’atto d’accusa del capogruppo di Fratelli d’Italia al consiglio comunale di Palermo, Francesco Scarpinato. “L’emergenza Bellolampo a Palermo rischia di far precipitare il Comune nel baratro. La situazione in cui versa la Rap (Risorse ambiente Palermo) con la questione degli extracosti, dovuti al conferimento dei rifiuti in discariche fuori dal territorio comunale lascia nell’incertezza le casse del Comune. Infatti, se entro il 30 novembre non sarà approvato l’assestamento di bilancio queste spese saranno a carico di Rap. Che già si trova in sofferenza per aver chiuso il proprio bilancio in forte perdita”.

“Non è possibile ballare sull’orlo del precipizio – aggiunge il consigliere comunale -. Perché secondo quanto previsto dalla norma, costituisce specifico obbligo da parte della dirigenza comunale segnalare al ragioniere generale fatti e notizie suscettibili di perturbare gli equilibri di bilancio. A questo punto vogliamo conoscere come stanno davvero i fatti. Perché senza un intervento della Regione gli extracosti di smaltimento andrebbero a carico dei bilanci di Rap. Ormai il tempo è quasi scaduto”. Da qui la richiesta di Scarpinato della “presenza urgente” dell’assessore comunale al Bilancio Roberto D’Agostino in aula. Per “un confronto e per capire quali siano gli intendimenti risolutivi che l’Amministrazione comunale intende porre in essere per superare la grave crisi di Rap”.

Fratelli d’Italia: Palermo è allo sbando

Anche la Lega interviene sul disastro di Palermo. “La mia città è allo sbando, il sindaco naviga a vista, il piano traffico è inesistente e la mobilità è gestita da un professorino visibilmente presuntuoso ed incompetente. I rifiuti sono dappertutto, e stiamo vivendo una emergenza ambientale senza precedenti. Il bilancio del Comune è stato saccheggiato ed è in deficit strutturale”. E’ l’atto d’accusa del neo consigliere comunale della Lega di Palermo, Alessandro Anello, vice presidente della commissione Attività produttive di Palazzo delle Aquile. Anello proprio oggi ha ufficializzato il suo passaggio alla Lega. Il gruppo del Carroccio al Comune conta adesso su tre consiglieri comunali, oltre ad Anello, ci sono Elio Ficarra e Igor Gelarda, capogruppo e responsabile Enti locali del Carroccio in Sicilia.  Per Anello “non c’è una sola cosa in questa nostra Palermo alla quale guardare con speranza con un sindaco che ormai, nonostante i goffi tentativi di riciclarsi (quella delle sardine è davvero imbarazzante), rappresenta solo il passato”.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *