Di Battista vede nero, saluta i Cinquestelle e se ne va in Iran. “Bye bye”, restarà lì fino a Natale

mercoledì 6 novembre 12:19 - di Fabio Marinangeli
Di Battista

Vede la malaparata, prepara le valigie e fa un grande volo. All’estero, per l’ennesima volta. Alessandro Di Battista dice bye bye. Non ci sta a fare il salvatore della patria (grillina). Anche perché c’è poco da salvare. Il M5S naviga in cattive acque, all’interno si litiga, i sondaggi sono un incubo. Il governo giallorosso non gode di alcun gradimento da parte della gente. I pentastellati si sono uniti al grande nemico e ora ne stanno pagando le conseguenze. Peggio di così c’è solo l’inferno.

Ecco che Di Battista saluta e se ne va in Iran. Ad anticipare la partenza era stato il sottosegretario Manlio Di Stefano. Dibba ha fatto un salto a Teheran. Non un piccolo salto, in verità, perché probabilmente resterà lì fino a Natale. E il Fatto Quotidiano l’ha reso noto.

«A chi l’ha sentito nel le scorse ore, Di Battista ha spiegato che resterà in Iran per compiere “ricerche” per un nuovo libro, incentrato sulla politica internazionale», si legge. «Un viaggio anche di lavoro, proprio mentre il Movimento discute della sua identità e della sua rotta. E in particolare dell’opportunità o meno di allearsi con il Pd alle prossime Regionali».

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In evidenza