Confintesa apre al Cnel: stop all’egemonia dei soliti sindacati

martedì 26 Novembre 16:17 - di Redazione
lavoro

Ricognizione sul mondo del lavoro. Il Segretario Generale di Confintesa, Francesco Prudenzano, è stato ricevuto dal Presidente del Cnel, Professor Tiziano Treu al quale ha esposto le linee della Confederazione in merito ad alcuni importanti temi di attualità che riguardano gli aspetti lavoristici e gli apporti della Confederazione in materia sindacale.

Incontro tra Prudenzano (Confintesa) e il presidente Cnel Tiziano Treu

Prudenzano ha fatto presente a Treu come l’attuale composizione del Cnel non corrisponda più alla reale rappresentatività delle Organizzazioni Sindacali nel mondo del lavoro dipendente. Siedono, infatti, a Villa Lubin organizzazioni che, solo perché esercitano il cosiddetto dumping contrattuale, hanno però riconosciuta una rappresentatività inesistente. Non solo: ci sono poi organizzazioni dei lavoratori che hanno una storicità che gli utenti non riconoscono più come suffragata dal consenso. Ma che esercitano comunque il diritto di essere presenti presso l’assemblea del Cnel. Per questi motivi soprattutto Prudenzano ha ricordato che Confintesa è una delle Organizzazioni maggiormente rappresentative nel comparto delle funzioni centrali del pubblico impiego. E tuttavia, a stretto giro ha lamentato il fatto che, in assenza di una norma di merito, sono tante le aziende, anche pubbliche, che ancora negano il diritto della trattenuta sindacale a organizzazioni sindacali anche numericamente consistenti.

Al centro dell’incontro il tema della rappresentatività sindacale

A tal fine, ha concluso Prudenzano, Confintesa si augura che entro il 2022, anno nel quale avverrà la misurazione della consistenza delle OO.SS. per la ricomposizione dell’assemblea del Cnel del 2023, chi di dovere approvi la legge che ha visto molti deputati presentare proposte legislative in ordine al tema della rappresentatività. Il Presidente Treu ha ascoltato con attenzione l’esposizione del segretario di Confintesa, confermando la massima condivisione su quanto esposto. E assicurando, nei limiti dei poteri del Presidente del Cnel, il massimo interessamento. Perché una legge che regoli la rappresentatività possa essere approvata dal Parlamento quanto prima. Il Presidente Treu ha inoltre dichiarato di essere interessato a ricevere, da parte di Confintesa, tutta quella documentazione che quotidianamente la Confederazione produce a difesa degli interessi dei lavoratori dipendenti. Dando, nei limiti di tempo possibile, la sua disponibilità a partecipare ad iniziative organizzate da Confintesa nell’ambito delle attività convegnistica della Confederazione.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *